ICT e sostenibilità ambientale: dall’inferno al paradiso?

Oggi siamo finalmente consapevoli che l'ICT può creare notevoli problemi all'ambiente: con l'introduzione del termine e-waste (spazzatura elettronica) si è spezzata la percezione per cui il prefisso "e" potesse individuare esclusivamente parole associate a un senso positivo, di sviluppo, come e-government, e-democracy, e-commerce, e-learning, etc. I computer inquinano: lasciano un'impronta ecologica durante la fase di produzione e di funzionamento, dovuta al consumo energetico e alla produzione di CO2, e anche durante la fase di smaltimento a fine vita. Cosa si può fare e cosa può fare, in particolare, la PA? Nella relazione di Giovanna Sissa: dati e numeri per inquadrare queste problematiche, una panoramica sulla normativa in vigore, un elenco delle regole fondamentali da seguire per una politica di "green computing", il ruolo del Green public procurement.

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno