I lavoratori pubblici e il riscatto delle Pubbliche Amministrazioni

È vero o no che il discredito evidente di cui gode la nostra Pubblica Amministrazione sta travolgendo il ruolo istituzionale e la stessa dignità di migliaia di lavoratori pubblici? Questi lavoratori sono la causa della crisi di credibilità dell’Amministrazione o ne sono le prime vittime? Per rispondere a queste domande Pietro Barrera ha organizzato questo convegno, che introduce e conclude sottolineando – anche con diversi aneddoti – come oggi si abbia un quadro legislativo e contrattuale sufficientemente agile per intervenire efficacemente.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno

Commenti

intervento al Forum 2008 di Pietro Barrera

Leggendo questo intervento solo oggi, sono rimasta estremamente sorpresa nel constatare come il Dott. Barrera, una volta cessato dall'incarico di Direttore del Dipartimento I - Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, abbia affrontato, nella sua relazione, il tema dei cc.dd. "fannulloni" con un approccio molto più equilibrato e razionale rispetto a quanto abbia fatto nel corso dell'ultimo anno del suo incarico!

Mi sorprendo della visione ragionevole del fenomeno e delle valutazioni qui espresse, che non gli sono mai state proprie nel corso della sua direzione, e che tanto meno sono appartenute a chi ha sbattuto "il mostro in prima pagina" - mi riferisco all'(ex) Assessore alle Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, Lucio D'Ubaldo, primo ad iniziare una campagna denigratoria nei confronti di noi dipendenti comunali e mai "frenato" dal Dott. Barrera, che nell'ambito della normale dialettica che caratterizza i rapporti tra dirigente apicale e referente politico avrebbe dovuto indurlo ad un atteggiamento più attento nei nostri confronti!

Nel caso dovesse tornare ad occuparsi di personale presso la nostra amministrazione o dovesse comunque in futuro ricoprire altri incarichi, si ricordi di questa posizione equilibrata! Se mai dovesse dimenticarsene, essendo ancora molto lontana dal collocamento a riposo (non tanto anagraficamente, ma in quanto ad anzianità di servizio!) provvederò io stessa a rammentarglielo!

Patrizia

intervento al Forum 2008 di Pietro Barrera

Leggendo questo intervento solo oggi, sono rimasta estremamente sorpresa nel constatare come il Dott. Barrera, una volta cessato dall'incarico di Direttore del Dipartimento I - Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, abbia affrontato, nella sua relazione, il tema dei cc.dd. "fannulloni" con un approccio molto più equilibrato e razionale rispetto a quanto abbia fatto nel corso dell'ultimo anno del suo incarico!

Mi sorprendo della visione ragionevole del fenomeno e delle valutazioni qui espresse, che non gli sono mai state proprie nel corso della sua direzione, e che tanto meno sono appartenute a chi ha sbattuto "il mostro in prima pagina" - mi riferisco all'(ex) Assessore alle Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, Lucio D'Ubaldo, primo ad iniziare una campagna denigratoria nei confronti di noi dipendenti comunali e mai "frenato" dal Dott. Barrera, che nell'ambito della normale dialettica che caratterizza i rapporti tra dirigente apicale e referente politico avrebbe dovuto indurlo ad un atteggiamento più attento nei nostri confronti!

Nel caso dovesse tornare ad occuparsi di personale presso la nostra amministrazione o dovesse comunque in futuro ricoprire altri incarichi, si ricordi di questa posizione equilibrata! Se mai dovesse dimenticarsene, essendo ancora molto lontana dal collocamento a riposo (non tanto anagraficamente, ma in quanto ad anzianità di servizio!) provvederò io stessa a rammentarglielo!

Patrizia

intervento al Forum 2008 di Pietro Barrera

Leggendo questo intervento solo oggi, sono rimasta estremamente sorpresa nel constatare come il Dott. Barrera, una volta cessato dall'incarico di Direttore del Dipartimento I - Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, abbia affrontato, nella sua relazione, il tema dei cc.dd. "fannulloni" con un approccio molto più equilibrato e razionale rispetto a quanto abbia fatto nel corso dell'ultimo anno del suo incarico!

Mi sorprendo della visione ragionevole del fenomeno e delle valutazioni qui espresse, che non gli sono mai state proprie nel corso della sua direzione, e che tanto meno sono appartenute a chi ha sbattuto "il mostro in prima pagina" - mi riferisco all'(ex) Assessore alle Politiche delle Risorse Umane del Comune di Roma, Lucio D'Ubaldo, primo ad iniziare una campagna denigratoria nei confronti di noi dipendenti comunali e mai "frenato" dal Dott. Barrera, che nell'ambito della normale dialettica che caratterizza i rapporti tra dirigente apicale e referente politico avrebbe dovuto indurlo ad un atteggiamento più attento nei nostri confronti!

Nel caso dovesse tornare ad occuparsi di personale presso la nostra amministrazione o dovesse comunque in futuro ricoprire altri incarichi, si ricordi di questa posizione equilibrata! Se mai dovesse dimenticarsene, essendo ancora molto lontana dal collocamento a riposo (non tanto anagraficamente, ma in quanto ad anzianità di servizio!) provvederò io stessa a rammentarglielo!

Patrizia