Formazione continua, meritocrazia e trasparenza: la ricetta per una nuova PA

Sono tre gli elementi qualificanti del Progetto RIPAM, che ne fanno un percorso di eccellenza: la sterilizzazione del percorso di assunzione (ovvero tenere fuori clientele e appartenenze); l’alta formazione del periodo concorsuale; la motivazione. Tre elementi che, sottolinea Amalfitano, non dovrebbero restare circoscritti a questa fase di start up della carriera, ma dovrebbero caratterizzare tutto il percorso all’interno della PA. Il “ringiovanimento”, infatti, non è solo un fatto anagrafico: deve essere un’azione costante e quotidiana realizzata attraverso la meritocrazia, la premialità e la formazione continua. L’intervento, poi, fa un bilancio della politica avviata dal ministro Brunetta per la riforma della PA. Sottolinea che in Italia non sono più sufficienti interventi estemporanei per rimediare a singole situazioni, ma serve un’azione di sistema. La richiesta a tutte le amministrazioni locali è di collaborare, superando la logica dell’interesse di parte e dei provvedimenti ad hoc, per invertire totalmente le regole che finora hanno governato la PA e intervenire a monte sui problemi.
Your rating: Nessuno Average: 5 (2 votes)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno