Creare valore attraverso la comunicazione: coesione e rivalutazione sociale della professione notaio

Il notariato si presenta con una struttura piuttosto complessa caratterizzata da 94 distretti territoriali, ramificati e distribuiti sul tutto il territorio e dotati di autonomia. Amministra 5 mila notai, e si avvale della collaborazione di 16 scuole, la cui funzione è quella di favorire l’accesso alla carriera notarile,  e di una fondazione che gestisce la parte scientifica e di approfondimenti culturali. Il centro e la periferia non sono legate da un rapporto gerarchico. In seguito ad un’indagine Doxa,  si è messo in evidenza che la struttura del notariato, e in particolar modo della figura professionale del notaio, venivano percepite come isolate e arroccate sulle proprie posizioni e dotate di una dubbia utilità sociale. In questo contesto, il Consiglio Nazionale del Notariato ha deciso di intervenire con un progetto di valorizzazione della professione. In particolare il progetto interviene su tra ambiti: quello interno, per cui il progetto intende incrementare la capacità di dialogo tra notai, per favorire la collaborazione e la condivisione; quello esterno, rivolto al rapporto con le istituzioni per far cresce un confronto costante e proattivo; e quello verso l’opinione pubblica e le organizzazione sociali per una valorizzazione sociale della professione e costruire una percezione più adeguata del ruolo del notaio nella società. Per fare questo, il progetto – progetto quadrifoglio – ha previsto la costruzione e l’implementazione di una rete che mettesse in relazione il centro e la periferia e , in generale, tutte le sedi del notariato; ha contribuito, sfruttando la rete, allo sviluppo di un dialogo, un confronto e una collaborazione tra le professioni al fine di costruire una visione comune; infine,  ha creato un sistema attraverso il quale mettere in evidenza gli effetti del lavoro del notariato per sottolinearne l’utilità sociale.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno