Comunicazione pubblica multicanale: informazione e servizi nell’esperienza INPS

La sinergia tra comunicazione e tecnologie informatiche è al centro dell'intervento a FORUM PA 2014 di Guido Ceccarelli, dirigente dell’Area Portale e Gestione Documentale della Direzione Sistemi Informativi e Tecnologici Inps. La stretta collaborazione tra le due strutture sui vari canali di comunicazione, ha sottolineato Ceccarelli, è indice di un coordinamento tra le varie componenti dell’Istituto e corrisponde ad una precisa vision strategica. La capacità di innovare, infatti, presuppone un’attitudine della PA di muoversi in modo sincrono tra le varie strutture, un approccio condiviso, come quello che ha permesso di superare le tradizionali difficoltà di dialogo tra la comunicazione e i sistemi informativi. Un approccio che, in linea con le recenti innovazioni legislative (ad esempio, il CAD) può consentire di superare la percezione negativa che la PA ha dato di sé in passato.


Un altro tema toccato da Ceccarelli ha riguardato la capacità della PA di incontrare, nel suo percorso d’innovazione, il cittadino, l’azienda, l’intermediario nei luoghi che desidera, in particolare negli ambienti dei social media, canali su cui l’Istituto ha intrapreso da tempo un’azione di presidio e di sviluppo coordinato. Il portale, pur non rappresentando oggi motivo di grande innovazione, rimane uno degli strumenti principali attraverso i quali l’Inps eroga i servizi all’utenza.
I vincoli di budget, imposti dalla spending review, ci obbligano a puntare sulla tecnologia per realizzare risparmi di spesa ed essere più competitivi.


Ceccarelli, infine, ha accennato agli Open data, progetto partito in Istituto nel 2012, che ha messo a disposizione di operatori del pubblico e del privato oltre 500 dataset, un motore semantico di ricerca e delle facilitazioni per scaricare e riusare i dati Inps per lo sviluppo di nuove servizi e applicazioni. Il progetto viene citato come esempio dalla European Public Sector Information (ePSI) platform.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno