Clenad, rendere gli End ponte dell'Italia verso l'Europa.

Gianluca Quaglio presenta il Clenad, l'associazione internazionale che organizza le attività degli esperti nazionali distaccati. Si tratta dei cosiddetti End, ossia i funzionari perlopiù pubblici che lavorano presso le istituzioni europee per un periodo variabile, con un duplice ruolo: offrire alle istituzioni la propria competenza e riportare alle amministrazioni nazionali l'esperienza maturata. Secondo Quaglio, considerato il loro profilo originale, con un piede nel continente e l'altro in patria, è importante fare di loro un ponte del proprio paese verso l'Europa. Il Clenad internazionale raggruppa tutti gli End ed è divisa in sezioni nazionali: quella italiana, con circa 170 membri, rappresenta una delle più importanti non solo per quantità ma anche per le attività che vengono portate avanti.
Lo scopo è quello di mantenere i contatti con tutti i rappresentanti istituzionali a Bruxelles e di creare network tra gli End italiani. Da ultimo è stata rilevata la necessità di aumentare il numero dei funzionari provenienti dalle istituzioni non centrali, per aumentare la consapevolezza sulle realtà istituzionali europee anche a livello locale. Punto di riferimento costante è la Rappresentanza Permamente d'Italia presso l'Unione europea. Tra le attività realizzate Quaglio cita il rapporto annuale di attività; la guida per i nuovi End che approdano a Bruxelles; le conferenze a Mezzogiorno su tematiche specifiche; lo studio sugli End rientrati. Da ultimo Quaglio cita il tavolo di lavoro creato col governo sul fronte legislativo.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno