Adriatico e Mar Nero: le ragioni di una cooperazione

La relazione illustra le motivazioni che hanno spinto il Congresso del Consiglio d'Europa a promuovere la costituzione delle euroregioni dell’Adriatico e del Mar Nero; prima fra tutte, quella di valorizzare le potenzialità degli enti locali e regionali per affrontare, secondo un approccio integrato, le principali problematiche tipiche dei due bacini. Queste problematiche sono: la tutela delle risorse marine, la prevenzione del degrado ambientale, le problematiche del trasporto marittimo, la promozione di un turismo sostenibile, lo sviluppo di iniziative socioculturali, la gestione dei flussi migratori. Si è voluto, quindi, puntare al rafforzamento della cooperazione tra enti locali e regionali (e tra città e regioni che non hanno necessariamente frontiere comuni) per una migliore gestione dei territori e per rispondere agli interessi economici, sociali, culturali e ambientali. Si è voluto, inoltre, riunire partner sia di Stati membri che di Stati non membri dell’Unione Europea. La cooperazione diretta tra autorità locali e regionali attorno a questi due mari può contribuire a soddisfare le necessità delle popolazioni che vi abitano; grazie allo sviluppo delle reti di trasporto e comunicazione, infatti, le distanze sono sempre più ridotte e i mari, invece di costituire una barriera, possono rappresentare una risorsa e un’opportunità comune per le popolazioni di bacino.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno