Vincenzo Donato

Funzionario pubblico dal 1978 e poi dirigente dal 1988, inizia ad occuparsi di politiche di coesione territoriale nel 1999, ricoprendo vari incarichi dirigenziali concernenti la programmazione e l’impiego dei fondi nazionali di coesione. Nel 2005, presso il Ministero dell'economia e delle finanze, assume l'incarico di dirigente generale nel Servizio “Relazioni con i Paesi terzi in materia di politiche di sviluppo territoriale” e si occupa di progetti di miglioramento organizzativo per le istituzioni dei Paesi candidati ad entrare nell'Unione Europea. Dal 2008, presso il Ministero dello sviluppo economico, assume l'incarico di dirigente della  Direzione generale per la programmazione e gestione delle risorse nazionali di politica regionale e, successivamente, quello di dirigente della Direzione Generale per la politica regionale unitaria nazionale, dove si occupa delle risorse nazionali per le politiche di coesione. Nel corso dello stesso periodo assume l'interim della Direzione generale per l'incentivazione delle attività imprenditoriali. Nel 2015, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, viene nominato Capo del Dipartimento per le politiche di coesione.