Sara Bedin

Sara Bedin si è laureata in Economia presso l’Università L. Bocconi di Milano, con pieni voti assoluti e lode. 

Dal 2002 si occupa dell’ammodernamento, della progettazione, implementazione e valutazione delle politiche pubbliche per l’innovazione (a livello locale, nazionale ed europeo), oltre che del processo di miglioramento della qualità dei servizi pubblici e di ottimizzazione degli investimenti e della spesa in ottica di whole life-cycle cost, per mezzo della qualificazione degli appalti in chiave innovativa.

E’ riconosciuta a livello europeo come esperta in materia di procurement pubblico di innovazione, di cui affronta gli aspetti economici e legali, esprimendo una competenza distintiva sui razionali e sui profili di differenziazione con gli strumenti di finanziamento e di partenariato pubblico-privato.

Tra il 2008 e il 2012, in raccordo con la Commissione Europea, ha supportato la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Digitalizzazione e l’Innovazione tecnologica nella definizione dell’indirizzo nazionale e degli strumenti operativi per l’attuazione degli appalti pubblici pre-commerciali di ispirazione europea.

Nel 2013-2014 ha affiancato il MIUR, in qualità di esperto indipendente, nella progettazione della misura nazionale di promozione dell’appalto pre-commerciale e nella valutazione dei fabbisogni di innovazione delle Regioni Convergenza in risposta al D.D. 437 del 13/03/2013.

A livello europeo ha svolto l’attività di valutatore e revisore di progetti di R&S presentati/finanziati in risposta alle call del FP7 e di Horizon 2020.

Ha partecipato attivamente, apportando pareri tecnici, alle consultazioni della Commissione Europea sulla riforma del Regolamento sugli Aiuti di Stato per la R&S e sulle Direttive sugli Appalti (2014).

Oltre al contributo in termini di policy setting, sta affiancando dal 2008 oltre quaranta importanti amministrazioni pubbliche, italiane ed europee, nel processo di riqualificazione ed ottimizzazione della spesa, mediante la progettazione ed implementazione di appalti pubblici pre-commerciali e di innovazione (nei settori della sanità, dell’istruzione, dell’ambiente, dell’ICT, dell’edilizia pubblica, delle utilities…), riconosciuti come best practices a livello europeo.

Ha svolto e svolge attività di ricerca (per la Commissione Europea e in collaborazione con l’Innovation Policy U.S. Small Business Administration – Washington), di aggiornamento professionale, docenza post-universitaria e partecipa, come (primo) relatore in materia di procurement pubblico di innovazione, ai principali eventi europei.

Collabora, come esperto in materia di appalti e di innovazione tecnologica, con studi legali in Italia  e all’estero, oltre che con primarie società di consulenza.

E’ Presidente del Comitato Consultivo della Unità scientifica politiche industriali, innovazione e trasferimento tecnologico dell’INAF e consigliere esecutivo di EuroCloud Italia.