Roberto Garofoli

Dal 1999 è Magistrato del Consiglio di Stato.

Ha svolto funzioni di giudice penale e civile presso i Tribunali di Taranto e Trani dal 1994 al 1999, occupandosi di delicati processi anche di mafia, in specie come giudice estensore in vicende per concorso esterno in associazione mafiosa.

Nel 1999 supera il concorso per Magistrato TAR, assumendo funzioni presso il TAR Puglia, Sez. di Bari. Nello stesso anno si classifica primo al concorso per Magistrato del Consiglio di Stato, assumendo le relative funzioni nelle Sezioni giurisdizionali e consultive.

È stato docente della LUISS di Roma, consulente giuridico del Governo, componente del Centro nazionale per l’informatica presso la pubblica amministrazione, coordinatore presso il Ministero dell’Interno del gruppo per l’elaborazione del Testo unico sulla protezione civile, prevenzione incendi, capo Ufficio Legislativo del Ministero degli Affari Esteri, componente della Commissione per il nuovo processo amministrativo.

E' stato Capo di gabinetto del Ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione e Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri