Patrizia De Rose

Capo Dipartimento per le Pari Opportunità, Patrizia De Rose è nell’Amministrazione dello Stato dal 1980. Nel 1988, Consigliera presso il Dicastero del Tesoro, con competenze in materia di debito pubblico – contenzioso - antiriciclaggio e valutario.

Viene nominata dirigente con incarico giuridico presso l’Ufficio legislativo della Funzione Pubblica e successivamente direttore della divisione III - Servizio Conservazione natura del Ministero dell’Ambiente.

Dal giugno 1999, dirigente responsabile dell’Area Istituzionale dell’Ufficio II - procedimento legislativo – presso la Presidenza del Consiglio, Dipartimento per i rapporti con il Parlamento. Dal 2001 direttore generale presso lo stesso Ufficio, dal 2005 Consigliere della Presidenza del Consiglio per diventare poi Direttore dell’Ufficio II - Procedimento Legislativo del Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento.

Autrice di numerosi testi tecnico-giuridici sulla liberalizzazione valutaria ed in materia di antiriciclaggio ed usura. Ha rappresentato e difeso in giudizio l’Amministrazione dello Stato in applicazione della legge 689/81. Cultrice della materia di diritto amministrativo e Scienze dell’Amministrazione presso l’Università “La Sapienza di Roma” e Scienze delle Finanze presso la “Luiss” di Roma. Ha ricoperto numerosi incarichi fra i quali quello di Presidente della Commissione di sorveglianza degli archivi del Ministero del Tesoro; Capo della Segreteria della Commissione di gestione del Fondo di prevenzione del fenomeno dell’usura; componente del Comitato antiriciclaggio; rappresentante in seno al Comitato di pilotaggio per la realizzazione di un progetto per l’integrazione della dimensione di genere nel bilancio dello Stato (Dipartimento Pari Opportunità) e membro del Comitato per la lotta alla pedofilia presso il Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio.

Interventi in archivio