Domenico Arcuri

Domenico Arcuri, 44 anni, è attualmente il più giovane manager alla guida di una società pubblica. Di origini calabresi, ha ben presto proseguito la sua vita e la sua carriera a Roma. Nel 1986 si laurea in Economia e Commercio alla Luiss con una tesi sulla “Redditività economica e sociale degli investimenti pubblici nel Mezzogiorno”. Anni dopo, tornerà nella stessa università in qualità di professore incaricato di Organizzazione Aziendale Avanzata, incarico che ricopre tuttora. Appena laureato, viene chiamato all’IRI nella direzione pianificazione e controllo, dove si occupa delle aziende del gruppo posizionate nei settori delle telecomunicazioni, dell’informatica e della radiotelevisione. Nel 1992 inizia l’esperienza in Pars, joint venture tra Arthur Andersen e GEC nel settore della consulenza ad alto contenuto tecnologico. Dopo due anni ne diventa amministratore delegato. Nel 2001 diventa il partner responsabile italiano “Telco, Media e technology” di Arthur Andersen, poi acquisita da Deloitte. Dal 2002 al 2007 è partner in Deloitte e dal 2004 diventa amministratore delegato di Deloitte Consulting e altre società del gruppo. Sotto la sua guida l’azienda realizza un importante turnaround, riposizionandosi nel settore della consulenza alle grandi aziende ed alle pubbliche amministrazioni e riconquistando visibilità e redditività. Nel marzo 2007 assume l’incarico di amministratore delegato dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa. Il governo gli affida la responsabilità di elaborare il piano di riorganizzazione e rilancio. Domenico Arcuri è sposato ed ha tre figli, con i quali condivide anche la genuina passione per lo sport e per il calcio (la Roma) in particolare.