News

Identità Digitale, il report di indirizzo nato dal laboratorio FORUM PA/Telecom

Organizzato da FORUM PA  e Telecom Italia Trust Technologies il 27 maggio, in occasione della 25ª edizione di FORUM PA, il laboratorio "Identità digitale, opportunità e criticità" ha dato vita a un proficuo confronto tra i principali stakeholders del settore. Da questo interessante lavoro nasce un report di indirizzo che contiene alcune raccomandazioni, con l'intento di contribuire alla strategia del governo in materia di Identità Digitale. A seguire è possibile scaricare il documento completo per la sua consultazione.

Centralità della persona, in quanto portatrice di esigenze e diritti; pervasività dell’Identità Digitale, grazie ad un numero sempre crescente di servizi on line erogati dalla PA; stabilizzazione della normativa, che eviti accelerazioni improvvise o al contrario perdite di tempo che vanifichino l’efficacia dei provvedimenti; sviluppo di una cultura della digitalizzazione, che realizzi la PA come sistema complesso informativo integrato e non come complesso di enti disgiunti; garanzia di riservatezza e reputation individuale, che assicuri la corretta costruzione e gestione dei profili di accesso e di servizio dei singoli soggetti, rispetto alle informazione a cui accedono e alle operazioni effettuate. Queste alcune delle raccomandazioni contenute del documento di sintesi e di indirizzo, formulato dal gruppo di lavoro del laboratorio “Identità digitale, opportunità e criticità” organizzato da Forum PA, in collaborazione con Telecom Italia Trust Technologies.

Obiettivo del documento è quello di implementare al meglio la strategia del governo in merito al tema dell’Identità Digitale, individuando le opportunità, ma anche le criticità di un tale processo. Da qui le raccomandazioni sopra elencate. Agli aspetti culturali e normativi, il gruppo di lavoro fa seguire quelli economici e tecnici. Se infatti è comprensibile ragionare in termini di riduzione dei costi, non lo è altrettanto farlo se si esclude dall’analisi il risparmio ottenuto e i recuperi di efficienza e produttività. E’ necessario inoltre garantire l’integrazione, l’interoperabilità e l’innovazione degli strumenti già esistenti per salvaguardare gli investimenti già fatti.

Certo è che il tema dell’Identità Digitale delle persone, delle imprese e dei soggetti che a vario titolo ne hanno diritto costituisce un elemento chiave per lo sviluppo economico, civile e sociale del Paese. Un'Identità digitale sicura permetterà di aumentare la fiducia dei cittadini nei servizi Internet, come i sistemi di pagamento online o l’e-commerce, e di contrastare fenomeni criminali.

Diversi i benefici attesi quindi, vediamone alcuni:

  • riduzione dei tempi di attesa per l’ottenimento di servizi ed informazioni anche attraverso la semplificazione delle operazioni;

  • utilizzo di informazioni certe e certificate fruite in modalità pratiche e veloci;

  • miglioramento della produttività del lavoro e delle risorse tecnologiche e materiali impiegate nella gestione operativa dei processi;

  • riduzione di costi derivanti dalla possibilità di recuperare spazi fisici necessari per l’ubicazione di uffici, sportelli ed archivi;

  • riduzione degli impatti eco-ambientali e sulla fruibilità degli spazi cittadini grazie alle minori esigenze di spostamenti;

  • sviluppo di nuove professionalità e di nuova occupazione per supportare l’innovazione ed agevolare l’utilizzo e la gestione dei servizi.

 

 Il gruppo di lavoro:

Coordinatore dei lavori: Stefano Arbia, Responsabile Ufficio accreditamento, vigilanza e controllo - Agenzia per l'Italia digitale

Partecipanti:

  • Immacolata Battaglia, Consigliera Comunale e Presidente della Commissione Speciale Sistemi Informativi, Innovazione e Sviluppo della Tecnologia, Smart City e Beni Comuni - Roma Capitale;

  • Marco Campo, Capo Ufficio Sviluppo e gestione delle risorse informatiche, digitalizzazione delle procedure e dei servizi dell'Amministrazione - Ministero Affari Esteri;

  • Serenella Carota, Dirigente PF Sistemi informativi e Telematici - Regione Marche;

  • Lidia Di Minco, Direttore – Ministero della Salute, Nuovo Sistema Informativo Sanitario (NSIS) ex DGSI Direzione generale del sistema informativo e statistico sanità;

  • Elvira Filiaggi, Responsabile Area Sistema unico anagrafico e conto assicurativo generalizzato, Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologie – INPS;

  • Leopoldo Genovesi, Amministratore Delegato - Telecom Italia Trust Technologies;

  • Anna Migliaro, Direzione Sistemi Informativi e Città Digitale - Comune di Genova;

  • Imma Orilio, Responsabile Servizio Tecnologie Informatiche - ASL Napoli 2 Nord;

  • Simona Testa, Assessora per la Semplificazione e la Trasparenza, i Tempi della città, la Programmazione Economica e la Valorizzazione del Personale - IX Municipio di Roma Capitale;

Cinzia Villani, Presidente - AssoCertificatori

 

Your rating: Nessuno Average: 5 (3 votes)