Espositori informano

I risultati di Veneto ESCAPE: grazie al referto online 120 milioni di euro di risparmio per i cittadini e 56 milioni per la sanita' veneta

Comunicato stampa. Tutti i 4.960.000 cittadini veneti possono scaricare i propri referti via web e a farlo sono già sei cittadini su dieci. Questo grazie al progetto Veneto ESCAPE che ha permesso alla sanità regionale di risparmiare 56 milioni di euro in tre anni e ai cittadini veneti 120 milioni l’anno in viaggi ridotti e tempo non sprecato. A permetterlo un investimento complessivo di 4.435.000 euro condiviso tra Regione e ex-DigitPA (oggi Agenzia per l’Italia Digitale) in un progetto coordinato dal Consorzio Arsenàl.IT, Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale che ha come socie le 23 aziende sociosanitarie e ospedaliere venete. In un triennio la soluzione ha garantito all’intero sistema sanitario regionale di dematerializzare i referti di laboratorio per renderli disponibili e accessibili online ai propri utenti. In Europa solo il 4% delle strutture sanitarie offre il servizio, in Italia il 37%. I risultati del progetto, attualmente in via di estensione nella Regione Lazio, saranno presentati a Roma il 30 maggio alle ore 11 in una sessione Poster al Forum PA.

Veneto ESCAPE è un progetto di riuso, pratica che garantisce la possibilità agli enti pubblici di usufruire di programmi informatici e soluzioni tecnologiche e organizzative già sperimentate da altri enti, abbattendo i costi iniziali di adozione. L’ente cedente è stato l’Azienda ULSS 9 Treviso che per prima ha sviluppato la soluzione ESCAPE di scarico referti online. A coordinare gli enti riusanti, vale a dire le altre 22 aziende sociosanitarie e ospedaliere venete, è stato incaricato il Consorzio Arsenàl.IT, che ha garantito l’interoperabilità e la standardizzazione della soluzione.

A parlare più di tutto sono i numeri. Veneto ESCAPE è stato occasione per la sanità regionale di recuperare in tre anni 56 milioni di euro (reinvestibili sul potenziamento dei servizi sanitari), raggiungendo gli obiettivi previsti dal sistema sanitario nazionale nel campo della sanità digitale e rendendo il servizio omogeneo e accessibile a tutti i cittadini, ovunque si trovino, indipendentemente dall’azienda di riferimento. Il referto digitale ha permesso di ridurre i tempi di refertazione di oltre il 61%, riducendo gli errori e potenziando le garanzie di privacy (minor numero di professionisti accede ai dati del paziente). Notevole anche il risparmio per i cittadini visto che il referto online permette ai veneti di recuperare ogni anno 120 milioni di euro in viaggi evitati e tempo recuperato. Grazie al referto digitale inoltre l’utente ha maggiori garanzie grazie ad un processo di cura più rapido e sicuro.

Veneto ESCAPE rappresenta uno dei pilastri sui quali la Regione Veneto, con il coordinamento di Arsenàl.IT, sta realizzando il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale.

Per maggiori informazioni: http://www.consorzioarsenal.it/web/guest/progetti/veneto-escape/il-progetto 

Nessun voto