Pubblicazione

Scegliere Donna! Quando le donne arrivano al vertice.

In modo paradossale la pubblicazione che presentiamo e che prende spunto dalla vita personale e professionale di 14 donne manager della Pubblica Amministrazione arriva in un momento in cui, con più forza che in passato, le istituzioni europee denunciano la scarsa presenza delle donne ai vertici aziendali e delle PA come uno dei fattori di freno più signifi cativi per lo sviluppo economico e il rilancio della competitività nel nostro Paese.

Eppure le storie che raccontiamo parlano di percorsi di carriera eccellenti, di riconoscimento del merito, di creatività, competenza e professionalità libere di esprimersi. Eppure le nostre “donne al vertice” ce l’hanno fatta, hanno infranto il famigerato tetto di cristallo senza sacrifi care la vita famigliare, senza scimmiottare uno stile di leadership tipicamente maschile, senza sconti né per vie traverse.

Il libro - nato da un’iniziativa congiunta di Forum PA e futuro@lfemminile nell’ambito dell’iniziativa “Osservatorio Donne nella PA” – è un viaggio nelle storie di 14 donne manager. Sono percorsi professionali e insieme di vita molto diversi l’uno dall’altro; profi li noti, in alcuni casi, a livello nazionale, in altri più discreti e nascosti, ma sempre di donne competenti, aperte al nuovo e predisposte al rischio, capaci di far fronte serenamente allo spauracchio della conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro.

Le loro storie – raccolte attraverso interviste telefoniche – non sono proposte integralmente, ma raccontate seguendo la traccia di 4 temi federatori che, ci sembra, più di altri esprimono lo sforzo di queste donne nella costruzione di una carriera professionale e il loro contributo al servizio pubblico: competenze, stile di leadership, conciliazione, discriminazione.
Viene fuori un quadro insolito, e a tratti sorprendente, del loro vissuto quotidiano, il confronto costante con il pregiudizio, la voglia di mettersi in gioco senza rinunciare ai tratto distintivi dell’essere donna, lo spirito pionieristico di chi sperimenta nuove soluzioni e metodologie innovative nonostante un contesto lavorativo diffi dente.

Un grazie sincero a queste donne, per le loro storie e la disponibilità a raccontarle.

Per scaricare la pubblicazione CLICCA QUI

NB. per scaricare la ricerca completa occorre essere iscritti alla community di FORUM PA

In caso di estrazione e utilizzo di parti della ricerca si prega di citare la FONTE:
“SCEGLIERE DONNA! Quando le donne arrivano al vertice" – Luglio 2012, promossa da futuro@lfemminile in collaborazione con FORUM PA, scritta da Maria Di Paolo e Alessia Anzelmo.

 

Your rating: Nessuno Average: 4.2 (5 votes)

Commenti

donne al vertice

ho letto con piacere la pubblicazione Scegliere donna, i contributi intelligenti delle donne al vertice coinvolte come testimoni. Penso però che si dovrebbe anche dire che molte donne arrivate ai vertici si dimenticano il paradigma femminile "generativo", non fanno crescere altre donne, anzi si liberano di eventuali "rivali" e si circondano di ubbidienti servette.
Certo restano da superare gli stereotipi culturali, i modelli organizzativi e la carenza di servizi che penalizzano le donne sul lavoro, ma occorre anche lavorare sulla legittimazione di riconoscere e agire una modalità femminile, che io chiamo "generativa" dirigenziale. Le donne sono chiamate a "fare la differenza" e non solo a "occupare" posizioni di potere. Non basta.

donne al vertice

Sì l'iniziativa è buona ma dalla pubblicazione mi aspettavo un po' di più. Ci sono indicazioni e suggerimenti un po' scontati e pochissima critica espressa verso chi effettua le scelte "discriminatorie".
La manager che "ammette" (quasi fosse un ulteriore "sua" colpa!)di essere stata discriminata durante la maternità, ad esempio, come ha affrontato e risolto il "suo" problema?
E ancora, per la conciliazione tra tempo lavoro e personale, mi pare che la ricetta "ho l'aiuto in casa" oppure "la nonna", sia disarmante, imbarazzante e contraddittoria per tutte. E la parolina "condivisione" che fine ha fatto?
Inoltre, nel vademecum, il 10° punto mi è parso proprio di cattivo gusto.
Certo la mentalità è da cambiare in molte donne ma anche in tantissimi uomini.
Infine sono solidale con l'intervente che precede...non ci sono solo le manager, ci sono tantissime donne che lavorano in posizioni non apicali con la medesima dignità e con lo stesso "coraggio".
Comunque grazie, meglio qualcosa che niente.