News

Provincia di Trento: servizi on the cloud per gli enti locali

Servizi destinati agli uffici tecnici, servizi in ambito demografico, tributi, personale ed economico. Questi alcuni dei settori in cui Informatica Trentina sta attivando gradualmente l’erogazione in modalità "cloud" (centralizzata) di servizi agli enti locali. "Cloud" è l'ultima frontiera dei servizi informatici: l'applicativo o i dati non risiedono solo sul computer o device (ad esempio, l'Ipad) bensì sulla "nuvola". In altre parole, il data center è accessibile via internet da qualsiasi posto e in qualsiasi momento: Apple, Google, Amazon e tutti i grandi attori dell'Ict sono da tempo impegnati ad offrire servizi cloud. Ora tocca ad Informatica Trentina. L'obiettivo della società di sistema è di innovare e rendere più efficiente il sistema pubblico trentino. Il tutto salvaguardando l’autonomia degli enti e nella piena garanzia dei migliori livelli di servizio offerti dalla pubblica amministrazione a cittadini ed imprese.

Dallo scorso aprile Informatica Trentina eroga servizi “cloud” per la contabilità finanziaria ed economico-patrimoniale degli Enti Locali. Quattro sono gli enti pilota coinvolti coinvolti nel progetto sperimentale: la Comunità Alto Garda e Ledro, la Comunità della Val di Non, la Comunità della Vallagarina e il Comune di Pellizzano. Tra i maggiori benefici conseguiti dagli enti attraverso la fruizione in modalità “cloud” dei servizi rientra la riduzione degli oneri diretti e indiretti legati alla gestione in locale dei servizi applicativi. In pratica, l’ente viene sollevato dalla gestione dell’infrastruttura tecnologica, dalle problematicità legate all’aggiornamento periodico del software, dal salvataggio delle basi dati, dagli adempimenti in ambito sicurezza, integrità e trattamento dei dati.

Economie di scala, efficienza, razionalizzazione degli investimenti e riduzione dei costi per gli enti sono le caratteristiche del progetto, in grado di liberare risorse a disposizione dell’amministrazione per aumentare e migliorare i servizi erogati ai cittadini e alle imprese.
La modalità “cloud”, avviata con successo per il primo campione di enti, è destinata ad una progressiva estensione a tutti gli Enti che ne faranno richiesta, oltreché ad un graduale ampliamento della tipologia di servizi erogati.
Il tutto - come spiegano in Informatica Trentina - rientra in un’ottica di supporto alla riforma Istituzionale che, per i Comuni sotto i 10.000 abitanti, prevede dal 2013 la gestione associata dell’Ict con le Comunità di Valle.

FONTE: Provincia Autonoma di Trento

Nessun voto