Evento

Forum Territoriale Sicilia. On line gli atti.

Il 23 novembre a Catania si è svolto, presso il Centro Fieristico "Le Ciminiere", il secondo dei Forum territoriali organizzati in tre delle Regioni a Obiettivo Convergenza. L'evento, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca e dal Dipartimento per la digitalizzazione della PA con la collaborazione di FORMEZ PA, FORUM PA e Regione Siciliana, pone al centro della discussione l'Agenda Digitale Italiana e la sua "regionalizzazione". Obiettivo dell'evento: individuare e condividere piani, azioni e risultati delle politiche di innovazione e far emergere al tempo stesso le esperienze del territorio. Sono disponibili on line gli atti.

logo forum sicilia

 

Forum Territoriale Sicilia
L’Agenda Digitale per la modernizzazione del Paese

 23 novembre ore 10.00 -13.00

Catania - Centro Fieristico "Le Ciminiere" Piazzale Asia (Viale Africa, Plesso F. 1)

Sarà la Sicilia ad ospitare il secondo dei Forum Territoriali - l'iniziativa promossa da Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca e Dipartimento per la digitalizzazione della PA - che punteranno ad avviare un percorso di “regionalizzazione” dell’Agenda Digitale Italiana, lanciata dal Governo nei mesi scorsi. 

L'evento sarà ospitato all'interno di Expobit 2012, Salone Internazionale dell'Innovazione Tecnologica giunto alla 17esima edizione.

Nella mattinata di lavoro, per favorire l’emersione delle esperienze di eccellenza al di fuori dell’ambito locale, i rappresentanti del Governo si confronteranno con le Amministrazioni del territorio e gli attori chiave, pubblici e privati, che presidiano i processi di modernizzazione e innovazione. Obiettivo dell'incontro sarà, infatti, quello di facilitare l'incontro tra domanda ed offerta di innovazione, in cui i territori siano parte attiva nel proporre soluzioni utili a far nascere quei progetti "pilota" auspicati recentemente dal Ministro Profumo, per una nuova stagione di sviluppo dell'e-Government e del Paese.

09:30 - Registrazione partecipanti

10:00 – Apertura lavori

Carlo Mochi Sismondi, Presidente FORUM PA

Saluto delle autorità

Raffaele Stancanelli, Sindaco di Catania

Interventi programmati

Coordina Gianni Dominici, Direttore Generale FORUM PA

  • Salvatore Marras - Formez PA
  • Paolo Donzelli - Agenzia per l'Italia Digitale consulta le slides
  • Paolo Mora - Direttore Generale Semplificazione e Digitalizzazione - Regione Lombardia*
  • Lucia Pasetti - Vice Presidente CISIS consulta le slides
  • Gaetano Armao - Associazione Open Government Sicilia
  • Antonio Puliafito - Università di Messina consulta le slides
  • Marco Romano - Parco Scientifico e Tecnnologico della Sicilia
  • Riccardo Saia - Progetto “Banda Larga nelle aree rurali della Sicilia in digital divide” Regione Siciliana guarda il video

*Invitati, in attesa di conferma

 


Per maggiori informazioni
Segreteria organizzativa
info@forumpa.it
06684251

Your rating: Nessuno Average: 4.3 (3 votes)

Commenti

Grazie

Grazie, molto interessante.

Vi inoltro anche il seguente link, sperando di fare cosa gradita.
http://www.cdocatania.it/ (un esempio)

Ad maiora
Agata

Anche se, per vari motivi non

Anche se, per vari motivi non posso essere presente all'iniziativa, auguro ai partecipanti di lavorare con profitto per la realizzazione su tutto il territorio nazionale dell'Agenda Digitale Italiana. Per una mia precedente esperienza formativa in SDA Bocconi, conosco ottimi pubblici impiegati che in Sicilia danno ogni giorno il massimo e lavorano con passione, competenza, generosità ed impegno e sarà principalmente per merito di queste persone e per effetto dell'aggiornamento professionale di questi servitori dello Stato se riusciremo a dotare tutta la nostra Italia di una banca dati della Pubblica Amministrazione, come è intendimento del ministro Profumo. E' giunto il tempo della competenza professionale in tutte le articolazioni dello Stato ed è giunto il tempo di dare alla tecnologia dell'informazione il ruolo di protagonista all'interno della vasta gamma di strumenti che possono porre la Società e le Persone in una posizione di collaborazione libera, paritaria e sussidiaria con la P.A. nell'offerta dei pubblici servizi.