Intervista

Idee per una PA migliore. "Busta paga on line"

Sessanta secondi per spiegare un'idea e i benefici che porterebbe nella PA. Continua il percorso che ci accompagnerà a conoscere alcune delle idee selezionate dal nostro contest "La tua idea per una PA migliore" e presentate con un breve video dagli stessi autori. Ecco a voi l'idea #97 "Busta paga on line" presentata da Teresa Savarese.

 

Ed ecco cosa diceva l'idea originale

Ogni 27 del mese si ritira la busta paga, o personalmente o attraverso il delegato del servizio. Sarebbe più economico,pratico e veloce spedirla direttamente (come file pdf) nella posta elettronica, come già avviene per altre categorie di dipendenti pubblici; o ancora si potrebbe abilitare un'area della intranet da dove poterla scaricare. (continua)

Your rating: Nessuno Average: 5 (2 votes)

Commenti

Busta paga online - soluzioni in riuso

Ritengo l'utilizzo di una soluzione di intranet molto più efficace dell'invio per posta elettronica.
E' possibile in questo modo pensare di pubblicare comunicazioni di vario tipo e controllandone anche l'effettiva consultazione; rendendo la casella di posta uno struemento di notifica e non di consegna.
Per tutte quelle amministrazioni che non hanno ancora provveduto a rendere disponibili online questa tipologia di documenti, segnalo che nel catalogo del riuso sono presenti diverse soluzioni.
Fra queste mi permetto di segnalare "SOLDI – Servizi Online per i Dipendenti", una soluzione prodotta dall'Università della Calabria e già riusata in alcuni ambiti (http://www.digitpa.gov.it/universit%C3%A0-della-calabria-soldi-%E2%80%93...).
Le soluzioni in riuso spesso possono sollevare le amministrazioni da tutto un lavoro di analisi tecnico-organizzativa della soluzione, permettendo di concentrarsi sulla messa in esercizio in tempi sicuramente più brevi.

Busta paga on line

In Italia, come è noto, l'innovazione si fa per legge (cfr. la Posta elettronica certificata).
Il cedolino on line si fa solo in certe amministrazioni pubbliche (e precisamente quelle statali e gli Enti pubblici nazionali) perchè sono obbligate dal Decreto 12 gennaio 2006 pubblicato sulla G.U.13 marzo 2006 n. 60.
E' ovvio che non si può non essere d'accordo con simili proposte.
Consiglio comunque l'utilizzo di una sezione sul portale, anzichè l'invio per posta elettronica, perchè così si possono mantenere i cedolini (scaricabili) per n mesi, si può inserire una sottosezione per i fogli presenze, una sottosezione per il 730 e il CUD, ecc. e si evitano ritorni di posta per caselle piene o per eccessive dimensioni degli allegati e via dicendo.