Il casemix delle cure primarie: scarsa variabilità è sinonimo di appropriatezza? Esperienze di ricerca a confronto, tra Veneto e FVG

Intervenendo al convegno “Percorsi di salute: nelle cure primarie, tra territorio e ospedale. Integrazione, sostenibilità e pdta territoriali”, Paolo Piergentili presenta i risultati intermedi della Ricerca dal titolo “Valutazione  della qualita' assistenziale  e dei costi del medico di famiglia basata su metodologie di risk adjustment”, partita nel 2007 e finanziata dal Ministero della salute. “Il punto da cui siamo partiti  - spiega Piergentili – è che per togliere centralità all’ospedale bisogna dare nuova centralità al medico di medicina generale”. Questo significa in primis capire non solo come ma anchequanto funziona il sistema della medicina generale nel nostro Ssn . A questo proposito, Piergentili introduce il modello adottato. “Il funzionamento del sistema della medicina generale – spiega – dipende da tre fattori: le scelte del medico, la condizione del paziente, i servizi a disposizione nell’area di riferimento”. “Su questa griglia – continua  - abbiamo elaborato indicatori di esito e di costo”. Dopo una spiegazione dettagliata di tali indicatori , conclude riconoscendo la validità e l’utilità della metodologia adottata dal suo gruppo di lavoro.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno