Soluzioni e progetti a FORUM PA

ASUR Marche a FORUM PA 2011

L'innovazione tecnologica al servizio dei progetti per la Salute. Questo il tema al centro delle soluzioni che l'ASUR Marche porterà a FORUM PA 2011. In particolare il Centro Didattico Multimediale nell'ambito del progetto “Respiriamo Liberi”, per la prevenzione e disassuefazione degli studenti superiori dal fumo. E ancora il sistema informativo di veloce e facile accesso, caratterizzato dal contatto virtuale dei giovani  con operatori psico-socio-sanitari, attivo 24 ore su 24, gratuito e con garanzia di anonimato, per il progetto di educazione alla salute “Easy Contact”.
Padiglione 7 stand 3D

La scheda di presentazione a cura di ASUR Marche

 I progetti che l’Asur Marche intende presentare quest’anno al FORUM PA sono: “Respiriamo liberi”, “Easy contact”, “Questo ospedale non è un albergo”.

“RESPIRIAMO LIBERI”
Progetto di prevenzione e disassuefazione dal fumo di tabacco ideato dall’Ufficio Promozione della Salute della Zona Territoriale 7 di Ancona rivolto agli studenti delle classi terze e quarte degli istituti secondari di 2° grado. Il progetto rientra in un più ampio programma di prevenzione, promosso dal Ministero della Salute e dal CCM, finalizzato allo sviluppo di interventi di provata efficacia nella lotta al tabagismo, da attuare in particolare nei contesti scolastici e comunitari e presso le strutture del sistema sanitario di competenza.

LINEE DI AZIONE:

  • Prevenzione del fumo di tabacco c/o gli istituti scolastici di ogni ordine e grado da  realizzare con percorsi educativo-formativi di provata efficacia adottati a livello nazionale;
  • Allestimento e attivazione di un Centro Didattico Multimediale, denominato "Percorsi di Salute";
  • Sviluppo delle attività di assistenza e supporto alla disassuefazione da tabacco;
  • Sperimentazione di un intervento di comunità per la prevenzione del tabagismo presso il comune di Camerano (An).

Il Centro Didattico Multimediale utilizza, per i propri obiettivi di educazione alla salute, itinerari didattici interattivi per bambini, ragazzi e giovani, e percorsi di formazione e aggiornamento per adulti (operatori socio-sanitari, insegnanti, genitori, personale delle associazioni, etc). Il CDM propone 10 laboratori tematici e metodologici che consentono di esplorare in modo originale e innovativo le varie sfaccettature dei comportamenti salutari e “a rischio” per sostenere scelte consapevoli e responsabili da parte degli individui.

“EASY CONTACT"
Il progetto “Easy Contact” nasce come un’attività di educazione alla salute promossa dalle Zone Territoriali 11 – 12 – 13 e rivolta a tutti gli adolescenti e giovani residenti nel territorio di afferenza dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale Marche. L’approccio innovativo del servizio consiste nella creazione di un sistema informativo di veloce e facile accesso caratterizzato dal contatto virtuale di giovani ed adolescenti con operatori psico-socio-sanitari, attivo 24 ore su 24, gratuito e con garanzia di anonimato.

L’uso di mezzi di comunicazione come SMS ed E-MAIL non implica il contatto diretto con l’operatore, lasciando all’utente la massima libertà nel formulare quesiti, esprimere bisogni e  relazionarsi con esperti di riferimento; i ragazzi possono inviare domande relative sia a problemi di carattere personale che a specifiche informazioni su svariate tematiche, senza la necessità di recarsi nelle strutture di competenza e con la sicurezza che qualcuno accolga e raccolga subito le loro necessità.

Il servizio viene svolto attraverso l’attivazione di un centro operativo di raccolta messaggi ed invio di risposte individuali, gestito da tre operatori affiancati da una rete di consulenti individuata per ciascuna Zona Territoriale, composta da psicologi, ginecologi, ostetriche, infettivologi, andrologi, urologi, psichiatri e assistenti sociali.

OBIETTIVI:

  • Informare correttamente e in modo scientifico sulle tematiche HIV e AIDS, sessualità, contraccezione e malattie sessualmente trasmesse attraverso un servizio di facile fruizione;
  • Agevolare i soggetti nella comprensione e soluzione di situazioni di disagio fisico o psicologico, e quindi, prevenire l’insorgenza di malattie;
  • Rendere disponibile in ogni momento della giornata (24 ore su 24) un operatore che sia attento alle necessità espresse dagli interessati ed attivi un immediato supporto finalizzato a far sentire l’utente prontamente compreso ed assistito.
  • Rilevare i bisogni degli adolescenti e dei giovani attraverso un’analisi qualitativa e quantitativa delle domande, ed ipotizzare, sullo studio dei dati attinti, eventuali azioni future di prevenzione e di promozione della salute.

“QUESTO OSPEDALE NON È UN ALBERGO”
Il progetto “Questo ospedale non è un albergo” è nato nella primavera del 2010, dall’idea del  Direttore Sanitario del Presidio Ospedaliero, Dr. Remo Appignanesi e del Commissario  Straordinario Dr. Massimo Esposito, di migliorare la qualità alberghiera del Presidio Ospedaliero,  spesso trascurata rispetto alla qualità della  prestazione propriamente definita.

Il punto di forza dell’iniziativa è quello di impiegare studenti che si stanno formando su  competenze specifiche (relative all’accoglienza, al comfort alberghiero e alla relazione con il cliente), trarre beneficio dal loro know-how dando loro, nello  stesso  tempo, l’opportunità  di  una formazione sul campo proficua. La proposta ha trovato accoglimento da parte del Dirigente Scolastico dell’IPSSAR di San  Benedetto del Tronto, Prof. Giovanni  D’Angelo, che  ha fornito piena disponibilità al progetto.

Le attività del progetto sono:

  • Servizio Informazioni e Accoglienza: benvenuto e accoglienza utenti,  orientamento utenti nella struttura ospedaliera, accompagnamento degli utenti ai piani.
  • Diabetologia: benvenuto e accoglienza utenti in day hospital, orientamento degli utenti esterni, all’interno del  servizio, raccolta  preferenze  vitto, accompagnamento alla  dimissione.
  • Ostetricia e Ginecologia: benvenuto e accoglienza utenti, raccolta preferenze vitto, accompagnamento alla dimissione.
  • Medicina Trasfusionale: benvenuto e accoglienza utenti, orientamento degli utenti  nell’Unità Operativa, accompagnamento donatori al breakfast.
  • Ortopedia: raccolta preferenze vitto.
  • Geriatria: raccolta preferenze vitto.
  • Riabilitazione: benvenuto e accoglienza utenti, orientamento utenti esterni, all’interno del servizio.
Your rating: Nessuno Average: 4.5 (2 votes)