Le Pari Opportunità e il D.lgs 150/09

La diversità di genere può essere vista come un problema o come opportunità. Se la si vede come un’ opportunità c’è la possibilità di poter crescere.

Le pari opportunità furono sancite nella costituzione e se nel passato fossero state fatte rispettare le norme che le regolano non saremmo indietro rispetto ad altri paesi da questo punto di vista. Di conseguenza la nostra carenza non è legislativa ma esecutiva.

Le Pari opportunità sono un problema etico o normativo?

Il D.lgs 150/09 aiuta poiché affronta il problema dal lato normativo, ma se non investiamo in cultura, intesa come insieme di abitudini, il resto non serve a nulla. L’etica è quello spazio non esigibile per norma. Nel D.lgs 150/09 ci sono molti elementi forti. E' stato inserito l'obbligo del bilancio di genere ma occorre divulgare la pratica delle pari opportunità perché senza questi punti non ci potrebbe essere premialità e non può esistere la meritocrazia.

Occorre mettere un punto fisso, prendere un indicatore e misurare per capire se si è fatto meglio o peggio. Bisogna creare un sistema per investire sul merito: dignità alle pari opportunità e spinta alla meritocrazia. La gestione delle diversità è quello che conta che siano esse di genere o di altro.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno