Microsoft e l’interoperabilità per un mondo connesso

Oggi l’interoperabilità del software, ovvero la capacità di diversi sistemi e servizi tecnologici di comunicare e scambiare informazioni tra loro e con altri sistemi secondo standard condivisi, è considerata una caratteristica di primaria importanza. Che si tratti di condividere dati tra applicazioni scritte in linguaggi di programmazione diversi o di eseguire transazioni tra sistemi basati su ambienti operativi differenti, Microsoft è impegnata a offrire soluzioni interoperabili così che le diverse tecnologie siano in grado di lavorare insieme senza compromettere le proprie caratteristiche distintive. In particolare, la cooperazione applicativa è la base tecnologica per lo scambio di dati e di informazioni tra le diverse amministrazioni; è, infatti, proprio grazie alla definizione dei formati di interscambio che è possibile migliorare i servizi al cittadino e efficientare le amministrazioni, riducendone i costi. La definizione di regole di interoperabilità non deve, però, essere un esercizio teorico, ma deve basarsi sull’armonizzazione degli standard, anche internazionali: solo in questo modo si otterrà la piena realizzazione dell’obiettivo di interoperabilità, basato sulla collaborazione tra enti pubblici ed imprese private produttrici di tecnologie informatiche.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno