La liberalizzazione del settore gas e le concessioni del servizio di distribuzione

Il mercato del gas e un’opportunità per i comuni perché con la riforma del settore sono nate le opportunità di rinnovo delle concessioni. Non basta dichiarare libero un mercato, come è avvenuto con il Decreto Letta,  per renderlo tale, quello che non è stato garantito è la libertà di approvvigionamento anche se è apprezzabile la garanzia della libertà di accesso delle infrastrutture ed il fissaggio delle tariffe.

Il mercato del gas per uso civile è fondamentale è quasi per nulla concorrenziale come risulta dalle statistiche. L’Autorità per il gas e l’energia stima che ogni anno su 100 clienti solo uno cambia fornitore, si evince che il cliente civile è estremamente fedele al proprio fornitore. La domanda è governata dal fattore termico è un mercato fedele e aciclico che non risente dei cicli economici, quindi è un mercato molto remunerativo per i distributori. Proprio per questo quando i comuni mettono a gara il servizio di distribuzione improvvisamente si accorgono di essere seduti su una miniera d’oro.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno