Le città come attrattori di talenti: nuovi modelli di sviluppo urbano. Il contesto italiano

Assenza di  grandi città, 15 aree metropolitane, diversissime tra loro per popolazione e servizi, che complessivamente producono il 21% del PIL, 7000 comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti.  “Un modello di sviluppo basato su attrazione di capitale umano nel nostro Paese – spiega Walter Tortorella -  deve tener conto di questo contesto come del fatto che l’Italia produce ricchezza in tantissimi luoghi. Di conseguenza l’attrattività dei talenti  potrà risultare dalla somma di tante possibilità  che i nostri centri abitati hanno”.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno