News

Nasce "Il Sud", mensile per raccontare il Mezzogiorno a tutto tondo

Parte da Palermo e dal Mezzogiorno ma si rivolge a tutta Italia. È il nuovo mensile "Il Sud" presentato a Roma giovedì scorso dal suo direttore editoriale Salvatore Carrubba (già direttore de Il Sole 24Ore) e dai governatori di Sicilia, Puglia e Campania, Raffaele Lombardo, Nichi Vendola e Stefano Caldoro.

Il periodico, 72 pagine, punta a raccontare il Sud dal Sud all'intero Paese. Con una forte vocazione multimediale, e' disponibile anche come applicazione gratuita per iPad. Edito dal gruppo editoriale Ges, il mensile e' distribuito in Sicilia, Calabria e in altre 800 edicole tra Roma e Milano.

“La nostra ambizione - scrive Carrubba nell'editoriale già disponibile su www.sudmagazine.it - è quella di fornire una prospettiva del Sud immune da pregiudizi ideologici, da forzature campaniliste, da rivendicazionismo piagnone e da conformismo di parte”. Il direttore ha poi chiarito che non si tratta di "una rivista di analisi, ma ci saranno informazioni, dibattiti e approfondimenti".

Tra gli altri argomenti trattati nel primo numero de Il Sud c'è il federalismo, la lotta alla mafia ed un reportage sui giovani siciliani che emigrano in pullman dall'isola. Proprio sul federalismo si sono concentrati i commenti dei tre governatori.
Per Raffalele Lombardo "l’Italia dovrà prendere atto che è divisa in due".
Dello stesso avviso il Governatore Calodo che ha fatto notare che “La classe dirigente del Mezzogiorno è ancora legata al meccanismo dei trasferimenti pubblici".

Saluta positivamente la nuova iniziativa editoriale il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola che in un videomessaggio ha spiegato che "il Sud nel corso degli ultimi anni si è visto raccontare solo a senso unico, i talenti e le eccellenze non sono riuscite a superare la dogana. Il Sud – ha detto Vendola - ha bisogno di essere raccontato a tutto tondo". Il Sud dell'Euromediterraneo, crocevia in cui tutti i punti cardinali si incrociano, il Sud "che vogliamo cambiare", libero dalle mafie, "non lamentoso e querulo ma con la schiena dritta, orgoglioso del proprio lavoro capace di mettere al centro i giovani, le donne, il lavoro, l'ambiente...". Un Sud "ricchezza per l'Italia e per l'Europa" che può dare la forza a tutto il Paese, un Sud "che e' il contrario di una palla al piede ma e' anzi l'occasione per cambiare il Paese".

Tra i collaboratori della rivista figurano Matteo Collura, Lino Patruno, Carlo Franco, Pietrangelo Buttafuoco. Illustrazioni di Giuseppe Coco e Angelo Ruta. Direttore responsabile è Antonella Sferrazza.

Nessun voto