News

Scuola e nuove tecnologie: una ricerca di Adiconsum

Quanto vengono utilizzate le nuove tecnologie nelle scuole italiane? Per rispondere a questa domanda Adiconsum (Associazione difesa consumatori e ambiente) ha intervistato 1.570 studenti, 523 genitori e 299 docenti di tutta Italia. Dalla ricerca – realizzata in collaborazione con le case editrici G. D'Anna e Loescher e l'associazione Anarpe, e presentata oggi a Roma presso il Cnel – emerge un utilizzo scarso, o comunque non sistematico, di pc e internet. Stando ai dati emersi, il 78% delle scuole dispone di un’aula di informatica, il 33% della LIM e il 6% degli e-book, ma l’utilizzo di queste nuove tecnologie si limita il più delle volte a 1 volta al mese o 1 volta alla settimana. Più utilizzati sono i supporti audiovisivi (CD, DVD) a corredo dei libri di testo.

Ecco alcuni dati emersi dalle interviste: 

  • Il 94% degli insegnanti possiede un computer e di questi oltre il 76% si dichiara esperto nel suo uso.
  • Il 72% dichiara di utilizzare il computer nell’insegnamento a fronte di un 28% che dichiara di non utilizzarlo mai.
  • Le aule informatiche e la connessione a internet sono presenti nella maggioranza delle scuole, ma solo il 16% degli insegnanti ne fa un uso plurisettimanale. Il 28% 1 volta la settimana, il 29% meno di una volta al mese e un 27% non vi mette mai piede.
  • Fra gli ostacoli evidenziati dagli insegnanti gli scarsi investimenti effettuati dal Ministero nelle scuole (50%), l’assenza di adeguati incentivi economici (38%), l’assenza di adeguate strumentazioni (31%). Dagli studenti viene anche evidenziata l’assenza di “curricula” adeguati e lo scarso aggiornamento e formazione dei docenti.
  • I genitori apprezzano i laboratori multimediali e l’uso dei pc da parte dei docenti e degli studenti. I libri misti con allegati i CD o i DVD ottengono un gradimento intermedio ed anch’essi sono scarsamente utilizzati. Anche laddove è presente l’aula informatica (ben attrezzata per il 68%) risulterebbe non funzionante e non accessibile agli studenti.

Per saperne di più

Your rating: Nessuno Average: 3 (1 vote)