News

Reti di ricerca: l'Europa ancora prima con GEANT

La Rete italiana dell’Università e della Ricerca GARR e le altre Reti europee della Ricerca si interconnettono con GEANT, la più avanzata rete internazionale di ricerca al mondo, per avvicinare 40 milioni di utenti grazie alla fibra ottica.

Si è tenuto martedì 1 dicembre a Stoccolma l’evento di lancio della nuova rete paneuropea a larghissima banda che interconnette le Reti Nazionali per la Ricerca e l’Istruzione (NREN) di tutta Europa: GEANT.

Grazie ai suoi 50.000 kilometri quasi totalmente in fibra ottica e ai servizi avanzati offerti, circa 40 milioni di utenti che lavorano nell’ambito della ricerca e dell’istruzione in oltre 8.000 istituzioni, possono disporre di una interconnessione di rete ad alta capacità per condividere enormi quantità di dati e collaborare in ambiti multidisciplinari in Europa e nel mondo.

GEANT rientra nel progetto di 4 anni cofinanziato per 93 milioni di euro dalla Commissione Europea, all’interno del settimo programma quadro, e per un ammontare corrispondente dalle NREN europee.

«La capacità di processare enormi quantità di dati della rete GEANT fa in modo che l’Europa possa essere il perno centrale nelle attività di ricerca ed istruzione, mettendo in contatto le migliori menti del mondo», ha dichiarato Viviane Reding, Commissario europeo per la Società dell'informazione e i media. «L’investimento finanziario della Commissione Europea nella terza generazione del progetto GEANT migliora la competitività europea e stimola la collaborazione tra ricercatori su larga scala. La Commissione Europea si impegna a essere in prima fila nel settore che riguarda lo sviluppo di Internet e a rendere possibile la collaborazione tra le comunità dei ricercatori di tutto il mondo che affrontano le grandi sfide odierne come i cambiamenti climatici, la fornitura di energia e i problemi legati alla salute pubblica.»

Tra gli innovativi servizi offerti da GEANT ci sono le reti private virtuali con capacità di banda dedicata (fino a multipli di 10Gbit/sec) a specifiche applicazioni e al di là dei confini geografici nazionali, strumenti di monitoraggio delle prestazioni di rete, servizi sicuri di roaming e servizi di autenticazione ed autorizzazione per l’accesso a risorse condivise (archivi di dati e immagini, biblioteche, sistemi di e-learning ecc.).

GEANT ha reso possibile la realizzazione di importanti progetti quali l’acceleratore di particelle LHC (Large Hadron Collider) attivato al CERN che è ad oggi il più grande esperimento scientifico mai intrapreso e il rivoluzionario progetto di telemedicina che ha reso possibile, grazie alla collaborazione con la comunità medica europea, l’utilizzo di servizi sanitari essenziali in parti remote del Sud America.
GEANT ha inoltre giocato un ruolo strategico in seguito al devastante terremoto nella regione cinese del Sichuan, fornendo un concreto aiuto nella ricostruzione delle infrastrutture. Grazie alla connettività ad altissima banda tra reti della ricerca europea e asiatica, è stato infatti possibile trasferire immagini satellitari ad alta risoluzione dal Joint Research Centre della Commissione Europea ubicato in Italia ai centri che guidavano le operazioni di soccorso in Cina.
 

Nessun voto