Intervista

L'energia eolica di International Power

Il mercato dell'energia eolica è in continua crescita. Sempre più aziende si lanciano nel settore per coglierne le opportunità di business. Ma quali sono, da parte delle amministrazioni comunali, i riferimenti utili a non "sbagliare partner" e scegliere un'azienda seria, cui affidare le licenze di installazione delle pale eoliche?
Ce ne parla in un'intervista video Carlo Di Primio, vicepresidente di International Power, azienda leader in Italia della produzione di energia elettrica da fonte eolica.

L’eolico è la fonte energetica a più alto tasso di crescita in Italia.

Secondo le stime del Gestore del Servizio Elettrico, nel 2008 le nuove installazioni sono cresciute del 35%, con gli oltre 1.010,40 MW entrati in esercizio, superando ampiamente le stime del 2007.  
Questi dati collocano l’Italia al 6° posto assoluto nel mondo e al 3° in Europa, sia come potenza realizzata nell’anno, che come potenza cumulata, con 3.736,47 MW installati. La produzione totale di 6 TWh è pari a circa il 2% del Consumo Interno Lordo e corrisponde al consumo domestico di 6,5 milioni di italiani, con un risparmio di oltre 4,5 milioni di tonnellate di CO2.  
Secondo le stime dell' Associazione Nazionale Energie del Vento (ANEV), i margini di sviluppo sono ancora molto ampi: il reale potenziale del Paese è stimato in circa 16.200 MW, escludendo le aree protette su cui non è possibile installare le pale eoliche. 

International Power, società multinazionale inglese, è il primo produttore in Italia di energia elettrica da fonte eolica. Con oltre 550 MW di impianti in esercizio il gruppo rappresenta oltre il 17% della produzione nazionale di energia rinnovabile da fonte eolica. Il complesso degli asset è il più esteso e produttivo in tutta Italia e comprende 40 parchi eolici dislocati su 34 comuni in Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna, per un totale di 727 turbine installate.  
Il Gruppo produce ogni anno circa 1.100.000 MWh di energia elettrica da fonte rinnovabile. Una quantità di energia equivalente al consumo domestico dell’intera regione Umbria, che garantisce l’approvvigionamento di oltre 400.000 famiglie italiane e colloca la Società in cima alla classifica per gli operatori del settore.
Le stime suggeriscono che la produzione di energia degli impianti di International Power evita ogni anno l’emissione in atmosfera di circa 600.000 tonnellate di CO2 e permette al Paese di risparmiare sull’importazione di 1,4 milioni di barili di petrolio.

Abbiamo intervistato Carlo Di Primio, Vice Presidente della società.

Your rating: Nessuno Average: 3.8 (5 votes)