Una nuova stagione delle politiche di semplificazione: la logica di risultato

L’intervento traccia un primo bilancio del "Taglia oneri amministrativi", meccanismo introdotto dal decreto legge n. 112/2008, con cui viene messo a regime il processo di misurazione e di riduzione degli oneri burocratici, prevedendo la predisposizione di Piani di semplificazione per ciascuna area di regolazione. I primi due Piani avviati riguardano i settori Lavoro e previdenza e Prevenzione incendi, toccano almeno 2 milioni di imprese e fanno stimare un risparmio annuo di circa 5,3 miliardi di euro. Presentando queste prime cifre e i risultati attesi (entro il 2012, riduzione di almeno il 25% degli oneri amministrativi gravanti sulle imprese), Silvia Paparo spiega la metodologia adottata e la filosofia a cui si ispira il “taglia oneri”. La novità più rilevante è l’adozione di una logica di risultato: la riuscita degli interventi è commisurata all’effettiva riduzione degli oneri e dei tempi burocratici per i cittadini e per le imprese e non solamente al numero di norme adottate o soppresse. Fondamentale, perciò, il monitoraggio sull’attuazione dei Piani e la valutazione dei risultati e del reale impatto delle misure di riduzione.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno