News

La PA come un'industria

Ieri pomeriggio il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha incontrato a Palazzo Vidoni le parti sociali e le associazioni dei consumatori ed ha presentato loro le “Linee programmatiche sulla riforma della Pubblica Amministrazione – Piano Industriale”.

Sul sito del Ministreo è possibile scaricare la bozza preliminare di Piano, focaluzzato su cinque punti fondamentali di riflessione:

 

  1. La dotazione di capitale umano della nostra Pubblica Amministrazione è commisurata a quella del settottore privato
    o addirittura migliore per alcune voci significative (tassi di scolarità, presenza femminile e distribuzione “orizzontale” delle competenze)
  2. I livelli retributivi sono allineati al settore privato
    e contrassegnati da una dinamica di crescita più favorevole;
  3. A fronte di questo la produttività media dei dipendenti pubblici e l’efficienza media delle organizzazioni pubbliche sono assai basse e comunque inferiori sia al settore privato che alle altre amministrazioni europee;
  4. Questo deficit competitivo deriva, sia da regole che da forme organizzative inadeguate;
  5. Primo passo per uscire da questa situazione è introdurre nel lavoro pubblico la figura del datore di lavoro a cui sia possibile imputare l’eventuale responsabilità di un “fallimento” dell’Amministrazione, analogamente a quanto avviene per il fallimento civilistico nel settore privato.
Nessun voto