News

Altroconsumo fa il punto sulle tariffe ADSL

Rispetto a un anno fa, in Italia scendono i prezzi delle tariffe internet a banda larga e aumenta la velocità, ma gli operatori Adsl italiani non si fanno concorrenza e penalizzano chi naviga poco. È quello che emerge dall'inchiesta di Altroconsumo sui costi delle tariffe Adsl (a febbraio 2008) in 8 Paesi europei (Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia e Gran Bretagna). Una caratteristica del nostro mercato è, infatti, la scarsa differenza di prezzo (meno del 3%) tra la miglior tariffa e l’ex monopolista Telecom Italia: sintomo che la vera concorrenza, da noi, stenta a decollare.

Senza contare eventuali promozioni, per utenti con bassi tempi di navigazione mensile (10 ore al mese), l’Italia non offre le migliori soluzioni. Il provider italiano più conveniente è Tele2 ma costa il 120% in più della migliore tariffa europea (quella di Talk Talk da 7,70 euro). Ben cinque Paesi ci precedono con offerte più allettanti. Per chi naviga 150 ore al mese (profilo alto), l’Italia invece ha la terza tariffa più economica in Europa (sempre quella di Tele2 da 16,90 euro al mese) per quanto riguarda velocità standard. Per velocità più elevate, però, quasi tutti i paesi europei dell’inchiesta (tranne Spagna e Portogallo) hanno tariffe più convenienti delle nostre.

Sul sito di altroconsumo è stato messo on line anche un sistema per permettere agli utenti di calcolare il servizio con un migliore rapporto qualità prezzo, calibrato sulle proprie esigenze.

FONTE: Altroconsumo

Nessun voto