Editoriale

Un primo commento su FORUM PA '08

Ieri sera si è chiusa la 19^ edizione del FORUM PA, è ancora presto per fare bilanci e dare un resoconto preciso. Ma una mia prima impressione posso anticiparla. Mi piace farlo sulla base delle promesse che vi avevamo fatto quando vi abbiamo presentato il nuovo corso che volevamo dare alla manifestazione. Allora avevamo parlato di:

  • passare da essere una vetrina ad essere un laboratorio: direi che ci siamo riusciti, mai abbiamo avuto stand delle amministrazioni e delle aziende così pieni di contenuto e di eventi (i master diffusi e le officine PA). Moltissimi espositori hanno preferito inserire piuttosto che spazi “immagine”, spazi e salette per lavorare insieme. Oltre 10.000 iscritti ai Master e centinaia di “oggetti formativi” erogati hanno dimostrato che avevamo ragione.
  • essere un’occasione di “contaminazione” tra mondi diversi: anche qui la prima impressione è molto positiva. Università e centri di ricerca, imprese e distretti tecnologici, amministrazioni locali e centrali, camere di commercio e poi… il popolo della rete: decine di migliaia di operatori si sono dati appuntamento nei padiglioni e nelle sale di FORUM PA ’08 per confrontarsi e condividere, partendo da culture e lingue diverse, obiettivi e percorsi.
  • dare spazio alla rete e alle relazioni e di premiare le persone: l’evento simbolo è stata la premiazione da parte del Ministro Brunetta dei protagonisti dell’innovazione scelti liberamente dalla rete con un processo di social rating (oltre 50.000 voti validi nelle due fasi), ma tutto FORUM PA ’08 si è basato sul continuo rimando tra la rete e la Fiera di Roma. Un dialogo e una dialettica costante tra virtuale e reale in un crescendo di commenti, reazioni, citazioni, rimandi che ci fa ben sperare per la vitalità di questo mondo pubblico troppo spesso dato per “immobile”.
  • integrare la fisicità degli incontri con 365 giorni di eventi online: quattro giorni di FORUM PA sono straordinariamente ricchi e intensi (ben lo sappiamo noi che ci lavoriamo per un anno!), ma poi finiscono. Il nostro impegno e la nostra promessa è invece di esserci tutto l’anno. Esserci in rete con il nostro portale www.forumpa.it e con i suoi magazine dedicati al territorio, alle tecnologie, ai saperi della PA, alla sanità cui si aggiungerà tra breve un altro dedicato alla “Pa al femminile” che realizzeremo in collaborazione con futuro@lfemminile. Esserci con le decine di appuntamenti congressuali che organizzeremo in tutta Italia. Esserci per dare voce ai vostri commenti, alle vostre proposte, alle vostre esperienze e perché no… ai vostri dissensi.

Ultima nota, ma certo non la meno importante è un ringraziamento. Noi tutti mettiamo tutto noi stessi in questo lavoro che ci piace, ci emoziona, ci gratifica come fossimo al primo anno, ma non potremmo far nulla senza di voi. Senza voi tutti che siete venuti alla Fiera di Roma o che ci avete seguito da casa, dal Ministro al funzionario del paese più distante, nulla sarebbe stato possibile. Senza le centinaia di amministrazioni, enti  ed aziende che hanno deciso di investire in FORUM PA, senza le centinaia di relatori che hanno regalato (gratuitamente, così come noi gratuitamente ve lo abbiamo restituito) sapere e tempo, senza le decine di curatori che da mesi hanno lavorato con noi su ogni appuntamento… semplicemente il FORUM PA non ci sarebbe stato, perché FORUM PA è fatto di persone, di idee, di entusiasmo, ma soprattutto di relazioni.

Grazie
 

 

Nessun voto

Commenti

Ho accompagnato una

Ho accompagnato una rappresentanza di alunni dell'I.T.C. "G.Calò" di Francavilla Fontana (BR) sicuro di favorire un approccio stimolante ed intelligente ai temi , tanti ,legati all'innovazione per e nella P.A. Tutti noi siamo stati premiati da un riscontro altamente positivo e professionale sia per la qualità degli espositori che per l'invidiabile organizzazione. Grazie. Vincenzo Zizzo