L’e-government in Italia

Osnaghi ripercorre il sentiero dell’e-government italiano, a partire dalle leggi Bassanini degli anni ’90 e dal Piano di e-government avviato nel 2000 dal governo Amato. Analizzando i molti casi di insuccessi, tra cui la Carta d’Identità Elettronica, lo Sportello Unico delle attività produttive e l’Indice Nazionale delle Anagrafi, Osnaghi dimostra l’estrema difficoltà nel realizzare progetti che coinvolgono l’interoperabilità e quindi la collaborazione operativa e progettuale tra amministrazioni diverse. Giunge alla conclusione, pertanto, che il paese e la sua pubblica amministrazione hanno nell’assetto attuale una impossibilità strutturale a far fronte alle sfide postulate dall’e-government.
Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno