Capability Maturity Model Integration: origini, esperienze e prospettive

Il modello CMMI è un capability maturity model per i processi di sviluppo e manutenzione del software, afferma Luigi Buglione, che trae origine da un testo di Philip Crosby, intitolato ‘Quality is free’ e apparso nel 1979. Crosby formulava una matrice di maturità organizzativa, una ‘Quality Management Maturity Grid’, basata su criteri misurabili in una scala di 5 livelli. Questa griglia venne rielaborata nel 1985 per il mondo software da un gruppo di ricercatori dell’IBM nella ‘Process Grid’. Buglione descrive le varie fasi del processo che, attraverso una serie di modelli definiti staged, ha portato alla realizzazione del CMMI.
Your rating: Nessuno Average: 0 (1 vote)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno