Cultura della legalità e diminuzione dei costi della politica per combattere la corruzione.

Bruno Ferrante ritiene non sia semplice rilevare se oggi il livello di corruzione rispetto al 1992 sia cambiato. Ferrante commenta un’analisi di Stefano Rodotà sul costo della politica. Ferrante a proposito della decisione di Gherardo Colombo di lasciare la magistratura dichiara di comprenderne le ragioni e ritiene che nel nostro paese, in cui ristagna un basso livello di legalità e si addensano egoismi diffusi, ci sia bisogno di investire nella creazione di una cultura legalitaria. L’impressione, aggiunge, è che l’attesa transizione alla seconda Repubblica non sia mai avvenuta, si è realizzata, piuttosto, una forma di federalismo senza un effettivo decentramento dei poteri con il solo risultato di avere un aumento dei costi.
Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno