Mobilità e telelavoro: due strumenti chiave per la gestione del personale dell’Agenzia del Territorio

Giovanni Imbucci sottolinea come la mobilità nella pubblica amministrazione segua le leggi di gravità e cioè si realizza in flussi di risorse umane che si spostano da nord a sud. L’Agenzia del Territorio ha messo in campo strategie di telelavoro per evitare la mobilità fisica di 1.300 unità di personale. Sono stati dati incentivi economici per favorire la mobilità verso due nuove sedi ma le tassazioni applicate hanno ridotto sensibilmente il margine di guadagno atteso. Il legislatore, secondo Imbucci, dovrebbe tener conto delle differenze nel costo della vita in un piccolo centro o in una grande metropoli.
Your rating: Nessuno Average: 1 (1 vote)

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno