L'interoperabilità e la cooperazione applicativa

Nel suo intervento Francesco Tortorelli si sofferma sullo stato dell’arte dell’adesione al SPC da parte delle amministrazioni, sul modello di cooperazione applicativa SPCoop e sullo stato dell’arte dei servizi infrastrutturali di cooperazione applicativa, terminando con uno sguardo sull’Europa. In particolare illustra i Lotti definiti dagli Accordi quadro per i servizi di interoperabilità e cooperazione (Lotto 1: servizi web e di supporto alla conduzione dei sistemi e Lotto 2: servizi di messaggistica e cooperazione applicativa) e rileva come a livello locale e centrale molte realizzazioni siano “virtualmente” conformi al modello, mentre numerose società ICT a livello nazionale e locale siano partner di progetti “SPCoop enabled” o “SPCoop (virtually) compliant”. Riconosce infine una sufficiente attenzione da parte del legislatore.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno