Amministrazione, rendicontazione contabile e rendicontazione sociale: tre piani che devono dialogare

Nel 1993 l’allora ministro della funzione pubblica Sabino Cassese sottolineava: “l’amministrazione vive senza i conti, i conti senza l’amministrazione”, evidenziando come le amministrazioni progettassero le attività senza tener conto delle risorse, mentre le ragionerie si preoccupavano delle risorse senza poter però padroneggiare realtà amministrative molto diverse, conoscibili solo sul campo. Dopo 15 anni resta ancora lo scollamento tra finalità e costi, risultati e risorse, piani di attività e bilancio. Amministrazione e rendicontazione contabile sono ancora distanti; a questi si è aggiunta anche la rendicontazione sociale. Come mettere in collegamento questi tre piani?

Your rating: Nessuno Average: 2.5 (2 votes)

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno