Conto economico, misurazione, valutazione e incentivazione per il controllo di gestione e la razionalizzazione della spesa nella Pa

Antonio De Luca, direttore centrale pianificazione e controllo di gestione INPS, parte dall'esperienza dell'istituto in cui lavora per fare una panoramica degli strumenti che possono contribuire al controllo di gestione e alla razionalizzazione della spesa all'interno della Pa. I primi due interventi si concentrano sull'importanza del passaggio da una gestione meramente finanziaria a una gestione che punta alla razionalizzazione economica. Strutture come l'Inps devono avere un conto economico, senza il quale non può esistere incentivazione, motivazione e valutazione. La gestione dovrebbe spostarsi, quindi, da una logica più finanziaria a una logica economica. Bisogna introdurre dei sistemi di misurazione, perchè senza misurazione non si può raggiungere una gestione efficace, ma bisogna anche sapere come utilizzare quanto emerge dalla misurazione ai fini della razionalizzazione. Fondamentale è poi l'introduzione di sistemi che facciano emergere il valore e premino chi raggiunge gli obiettivi prefissati. Nel terzo intervento, infine, si parla degli orizzonti temporali con i quali si agisce all'interno della Pa per effettuare la programmazione: orizzonte annuale o orizzonte pluriennale? La rendicontazione, la verifica dello stato di avanzamento e il monitoraggio di che tempi hanno bisogno?

Your rating: Nessuno Average: 5 (1 vote)

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno