Pensare, progettare e fare formazione con il mind mapping

A FORUM PA 2014 Roberta Buzzacchino, dell’Area Pianificazione, monitoraggio e valutazione della formazione, ha raccontato l’esperienza del laboratorio di apprendimento con il “mind mapping”. Partendo da una base scientifica, il metodo nasce dall’analisi delle attività del cervello nell’elaborazione delle informazioni e può offrire un notevole beneficio: aiuta a semplificare idee complesse, che vengono rappresentate attraverso parole chiave e immagini, per ottenere un “framework” globale. Il laboratorio prevede un percorso di apprendimento in quattro fasi: in aula, dove si apprende e si sperimenta; on the job, per allenarsi a organizzare le informazioni che caratterizzano il lavoro quotidiano; di nuovo in aula, per riflettere sui bisogni iniziali e i benefici trovati; oltre l’aula, per condividere con altri.

Nessun voto

Anteprima

Nello stesso convegno Vai al programma Vai al programma del convegno