Silvano Curcio apre i lavori di "Smart Facility&Energy management"

Guardiamo alle prospettive di apertura di un nuovo mercato con le sue potenziali problematicità, coinvolgendo il mondo della ricerca scientifica, dell'amministrazione, della finanza. Il ritardo delle PA nei processi di allineamento e rinnovamento, di valorizzazione o dismissione del patrimonio pubblico è dovuto alla mancanza di una visione processuale e all’azzenza del primo step: quello della conoscenza del patrimonio esistente.
Una piattaforma come Patrimoni PA NET tenta di offrire opportunità di confronto tra soggetti pubblici e privati che vada dal problem-setting al problem-solving: ovvero dall’inquadramento delle criticità del mercato alla condivisione dei percorsi e la proposta di soluzioni, indirizzandole ai soggetti competenti. L’iniziativa parte dal recepimento delle normative comunitarie e dall'allineamento del linguaggio e dei codici tra operatori, oggi mancante nella pletora di definizioni.
Facility Managment, Energy Managment, cosa si intende? Fino ad arrivare al quadro dello Smart Building, in cui le varie componenti si associano nel più grande progetto di smart city.
Vengono qui presentate quindi esperienze in fase di partenza e best practice, con campi di applicazione molto eterogenei.

Nessun voto

Mp3 player

Per ascoltare la traccia audio, usa il pulsante play

Anteprima

La registrazione dell'intervento da www.innovatv.it

Nello stesso convegno