Articolo

BIM/2: FM la ''7a'' dimensione del BIM

Un articolo di Barani Daniela, Vitaliti Francesca  estratto dalla Rivista "FMI - Facility Management".


Il ''BIM - Building Information Modeling'' è un sistema integrato di processi/metodologie/strumenti la cui adozione e la cui potenziale efficacia sono state finora testate - spesso anche con successo - in ambito europeo ed internazionale limitatamente alle sole fasi di progettazione e realizzazione di beni edilizi ed infrastrutturali. A seguito della specifica attenzione rivolta all'intero ''ciclo di vita utile'' degli edifici e delle infrastrutture dalle nuove Direttive Europee sugli appalti e dal nuovo Codice dei contratti pubblici che le ha recentemente recepite anche nel nostro contesto nazionale con il D.Lgs. 50/2016, lo step successivo è quello di incentivare lo studio e la sperimentazione delle potenzialità e delle opportunità di adozione del BIM anche nella fase di gestione, specie nell’ambito dei servizi di Facility Management. In questa prospettiva, nella fase di gestione, il BIM può supportare a livello decisionale ed operativo i diversi soggetti in campo nel perseguire obiettivi strategici, tra cui la trasparenza e la sostenibilità dei processi, la razionalizzazione dei costi, la sistematicità delle conoscenze tecnico-anagrafiche e la tempestività/efficacia delle azioni. Ma, in questa direzione, occorre dimostrare notevole capacità nell'operare l'upgrade delle strutture organizzative e nell'integrare/coordinare i processi interni con i processi ''BIM oriented'', ciò comportando al momento una delle complessità/criticità più avvertite specie in un contesto/processo edilizio tradizionalmente e diffusamente refrattario all'innovazione come quello del nostro Paese.

Vai all'articolo (in formato pdf)

Nessun voto