Articolo

Un nuovo Codice degli appalti: oggi anche per i servizi di Facility & Energy Management

Un articolo di Conio Paola, Curcio Silvano estratto dalla Rivista "FMI - Facility Management".

Attraverso il DLgs 50/2016, vede finalmente la luce il nuovo Codice dei contratti pubblici, con perfetto tempismo rispetto al termine di recepimento delle nuove Direttive europee. Per il mercato dei servizi - pur con taluni limiti e difficoltà ancora persistenti - si tratta di un Codice fortemente innovativo che rappresenta un segno di netta discontinuità rispetto al passato, in quanto per la prima volta considera in modo reale e specifico alcune delle esigenze e delle istanze più avvertite da questo comparto vitale per il Paese, ed in particolare dalla filiera dei servizi di Facility & Energy Management per i patrimoni pubblici. Tra queste, in particolare: la necessità di programmazione e di progettazione esauriente ed efficace dei servizi e l'obbligo di aggiudicazione degli stessi in base al rapporto qualità-prezzo. Un risultato, questo, conseguito grazie anche all’impegno tenace e sistematico di Patrimoni PA net - il laboratorio Terotec & FPA - diffusamente profuso in quasi due anni di lavoro, lungo tutto l'arco approvativo. Certamente non si tratta del punto finale di arrivo di un'evoluzione normativa che si prospetta ancora articolata e complessa, ma di un fondamentale punto di partenza verso i tanto auspicati traguardi dell'innovazione, dello sviluppo in qualità e legalità del mercato e della crescita competitiva del nostro sistema-paese, che cominciano finalmente ad intravedersi all'orizzonte.

Vai all'articolo (in formato pdf)

 

Nessun voto