Articolo

La normativa volontaria a supporto dei servizi di Facility Management

Un articolo di Curcio Silvano, Paganin Giancarlo e Talamo Cinzia estratto dalla Rivista "FMI - Facility Management".

Il mercato dei servizi di FM ha ormai assunto a livello nazionale ed europeo una sua precisa collocazione e fisionomia, esprimendo una dimensione quantitativa talmente rilevante da superare da alcuni anni quella dell'assai più storicizzato mercato delle costruzioni. Purtuttavia il mercato dei servizi di FM soffre di una sorta di ''complesso di Peter Pan'' che gli deriva fondamentalmente da un processo repentino di crescita prevalentemente di natura quantitativa a cui non ha fatto seguito ancora oggi un parallelo e concomitante processo di crescita qualitativa. Diverse le cause alla base di questo problema e non da ultima la difficoltà di definire e assimilare regole, conoscenze e prassi condivise. Proprio su questo fronte ha svolto e può svolgere ancora un ruolo fondamentale la normativa ''volontaria'' in ambito nazionale ed europeo, promossa e sviluppata rispettivamente dall'UNI e dal CEN, gli organismi di normazione italiano ed europeo. Le norme prodotte nel tempo da questi organismi rappresentano delle strumentazioni chiave per tutti gli operatori del mercato - fronte committenze e fronte imprese - in termini di linee guida e codici di pratica incentrati sui principali aspetti sia di natura organizzativo-processuale che tecnico-operativa che caratterizzano il mercato dei servizi di FM.

Vai all'articolo (in formato pdf)

 

Nessun voto