Cerca: Intervento, pari opportunità

Risultati 81 - 90 di 102

Risultati

Maternità, lavoro e discriminazioni: il ruolo delle Consigliere di Parità

Isabella Rauti descrive il ruolo delle consigliere di parità. In occasione dell’anno europeo sulle pari opportunità sono state individuate sei categorie soggette a discriminazione e, tra queste, quella di genere. L’Italia è stata indicata come il Paese che registra il primato negativo di discriminazione di genere, molte di queste in ambiente lavorativo. Il fenomeno della differenza salariale di genere è un’altra forma di discriminazione perpetuata rispetto alle donne.

Leggi tutto

Il cambiamento della missione del Dipartimento per i diritti e le pari opportunità

Silvia Della Monica descrive il cambiamento della missione del Dipartimento per i diritti e le pari opportunità e parla delle deleghe affidate dal Presidente del Consiglio alla ministra Pollastrini. Nel secondo intervento sottolinea la necessità di trovare un sistema di rilevazione statistica su tutte le discriminazioni e di inserire la lotta per la parità di genere in un'ottica più ampia. Propone una serie di considerazioni sulla situazione della violenza sulle donne in seguito alla morte di Ina, la ragazza Pakistana uccisa per mano del padre.

Consapevolezza e autostima di sé: la chiave per le donne

Federica Cochi introduce l’incontro “Per una PA al femminile: corsi per l’empowerment delle donne – Secondo corso: Leadership e autostima a supporto della valorizzazione delle differenze di genere”. Nel secondo intervento Federica Cochi riprende il concetto di identità unendolo al tema della consapevolezza di sé e all’autostima quali elementi necessari di un percorso, fatto di scelte, che porta la donna, e in generale l’essere umano, a conoscere la propria identità.

Leggi tutto

L'identità femminile: tra vantaggi e penalizzazioni

Giuseppe Innamorato, sia nel primo che secondo intervento, insieme alle persone presenti in sala stila un elenco di aggettivi e parole che rendono l’idea di ciò che significa essere donna oggi e quali sono le ragioni che hanno portato le donne a vivere situazioni “lavorative” più difficili rispetto agli uomini. Il risultato è una serie variegata di significati e di identità femminili, tutte distinte fra loro ma correlate.

Conciliazioni dei tempi di vita e lavoro, partecipazione politica e astensionismo

Linda Laura Sabbadini ribadisce il ritardo del nostro Paese su molti fronti della vita politica e sociale. Propone un benchmark rispetto alla situazione spagnola. Rileva un cambiamento minimo in quattordici anni, frutto di strategie individuali più che di politiche sociali. Sostiene che non c’è stato uno spostamento adeguato di risorse finalizzate alla conciliazione.

Leggi tutto

APQ in rosa: il valore aggiunto per le donne

Monica Roberti presenta APQ in Rosa e l’Osservatorio Quadrius, strumenti realizzati per valorizzare al meglio le capacità e le competenze delle donne.

Donne, quale salute quali diritti

Aldo Morrone presenta una serie di dati relativi alla distribuzione della ricchezza nel mondo che vede una concentrazione di risorse in alcune ristrette aree. Fornisce dati che dimostrano come la povertà sia direttamente collegata all’insorgere delle malattie e come le malattie stesse siano affrontate in relazione a imperativi economici e stereotipi culturali, spesso sessisti. Preannuncia un’incombente e prossima estensione verso i paesi europei e nordamericani delle malattie che finora sono rimaste confinate in specifiche aree del mondo.

Leggi tutto

La promozione dell'etica pubblica e la parità di genere negli organi di governo della Pubblica Amministrazione

Monica Parrella dimostra le interconnessioni tra parità di genere ed etica pubblica e presenta l’azione di governo concretizzata nella composizione di comitati ministeriali e interministeriali. Racconta il motivo che rende il 18 gennaio 1980 una data storica. Spiega il ruolo che la cooptazione riveste nell’ascesa a ruoli dirigenziali, fatto che chiarisce le basse percentuali di donne al vertice. Descrive la direttiva per la promozione delle pari opportunità e ne illustra i primi effetti.

Leggi tutto

La violenza contro le donne: analisi del fenomeno e risposta istituzionale

Alessandra Kustermann sottolinea il ruolo dei media nell’emersione di reati sulle donne perpetuati da extra-comunitari e rimarca il fatto che la violenza domestica è una delle prime cause di morte per omicidio. Ritiene occorra spostare la riflessione dalla presunta straordinarietà dei fenomeni di violenza ad una attenta osservazione degli eventi. Kustermann riporta i dati raccolti dall’Istat sulle violenze alle donne italiane. I partner e gli ex partner sono i responsabili della quota più elevata di tutte le violenze fisiche e sessuali.

Leggi tutto

Divide di genere: una questione aperta

Marisa Ferrari Occhionero spiega cosa si intende per divide di genere o gender divide. Illustra come il gender, a differenza del sesso, sia una costruzione sociale che si manifesta in tutti gli ambiti della società. Ferrari sottolinea come il mercato del lavoro sia ancora poco orientato a rispondere alle esigenze delle donne ed evidenzia alcuni dei fattori che ne penalizzano l’ inserimento. Descrive i modesti segnali di cambiamento rispetto a questo trend. Aggiunge che le donne sembrano rifiutare i paradigmi maschile del potere, ad esso preferiscono altri valori.

Leggi tutto