Cerca: Intervento, Economia, Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2007

Risultati 81 - 90 di 183

Risultati

La politica per la tutela del patrimonio forestale e l’economia dell’arredo in legno

Maurizio Magni ribadisce la frammentazione del sistema istituzionale intorno alle politiche per la gestione del patrimonio forestale. Riporta i dati relativi all’occupazione degli associati Federlegno-Arredo e sottolinea la leadership mondiale dell’Italia per l’esportazione di mobili in legno. Auspica che attraverso il piano nazionale forestale il nostro Paese riesca a supplire ai deficit di materia prima che ora ne impongono l’importazione.Leggi tutto

Scenario istituzionale e l’azione del Governo in materia di liberalizzazioni

Antonio Lirosi parla di due obiettivi espressi nella strategia di Lisbona: la diffusione della concorrenza nel settore dei servizi e il miglioramento della condizione dei consumatori in Europa. Descrive i disegni di legge in materia di liberalizzazioni e gli effetti attesi. Propone un primo bilancio dei risultati e delle novità seguite all’introduzione delle prime misure di liberalizzazioni. Riconosce una maggiore collaborazione tra ministeri e autorità indipendenti.Leggi tutto

L’Autorità Garante per la concorrenza ed il mercato: un organismo super partes

Roberto Malaman parla degli enti regolatori dell’energia e del ruolo dell’Italia in questo nuovo mercato. Sottolinea l’importanza dell’autonomia e dell’indipendenza dell’Autorità per garantire la stabilità della regolazione negli scenari di lungo periodo. Aggiunge che il regolatore dovrebbe avere lo stesso atteggiamento nei confronti di un soggetto pubblico o privato. Ritiene che la trasparenza sia un elemento fondamentale. Parla della rivoluzione organizzativa messa in atto a livello europeo intorno ai temi della liberalizzazione e delle autorità a garanzia della concorrenza nel mercato.

L'UNCEM per lo sviluppo dei territori montuosi

Renzo Mascherini sottolinea le potenzialità della montagna per lo sviluppo e la compettitività del sistema italiano

L’Isvap e l’impatto delle liberalizzazioni nel mondo assicurativo

Flavia Mazzarella descrive le attività dell’Isvap e parla dei cambiamenti all’orizzonte del nuovo assetto organizzativo. Spiega che la vigilanza si concentra sul settore ispettivo e su quello cartolare. Parla della collaborazione tra autorità indipendente e Ministero e ribadisce l’autonomia dell’istituto. Descrive l’impatto delle liberalizzazioni nel mondo assicurativo e delle misure previste dal decreto Bersani per orientare il consumatore all’interno delle varie offerte assicurative. Parla del progetto sperimentale “check box “ per misurare la condotta di guida.

L'innovazione necessaria in un mondo globale

Il Ministro Nicolais, prendendo spunto da titolo del convegno, sottolinea come lo sviluppo di un Paese dipenda dall’innovazione e dalla cultura proprio perché quest’ultima è un elemento fondamentale per rendere un Paese e un'azienda più competitivi in uno scenario globale. Leggi tutto

Trasparenza e comunicazione verso i cittadini

Giuseppe Tripoli sottolinea la necessità di cambiamenti culturali profondi per arrivare ad una società più liberale. Ritiene che ci sia un turn-over effettivo nel sistema delle piccole aziende che manca nel settore delle grandi imprese. Sostiene che la trasparenza e una chiara comunicazione verso i cittadini siano elementi imprescindibili per un rapporto corretto con i cittadini e a questo proposito sottolinea il prezioso ruolo delle associazioni dei consumatori. Prospetta un ruolo importante dello sportello unico per stimolare i rapporti e l’integrazione interistituzionale.

La foresta: una risorsa ambientale ed economica

Francesco Vaccaio ribadisce la necessità di considerare le variazioni climatiche come elemento fondamentale per la definizione di corrette politiche di gestione del territorio. Propone di operare scelte funzionali alle necessità del paese facendosi guidare dalla ricerca e sviluppando nuovi campi di ricerca. Sottolinea che il ruolo delle foreste è centrale per la depurazione delle acque fognarie, il trattamento dei rifiuti e il depuramento dell’aria.Leggi tutto

La qualità della regolazione come policy organica

Luigi Carbone spiega gli ingredienti della policy di qualità della semplificazione, che sono comuni e riscontrabili nei maggiori Paesi dell’OCSE: continuità, organicità, misurabilità, multidisciplinarietà, fattore umano, organizzativo etc.Leggi tutto

Le priorità per le risorse umane nel Quadro Strategico Nazionale di Riferimento

Valentina Curzi sottolinea che nell’ambito del Quadro Strategico Nazionale di riferimento occorre perseguire quattro macrobiettivi: sviluppare i circuiti della conoscenza; accrescere la qualità della vita, la sicurezza e l’inclusione sociale nei territori; potenziare la filiera produttiva, i servizi e la concorrenza; internazionalizzare e modernizzare l’economia, la società e le amministrazioni. Descrive le aree di intervento per la valorizzazione delle risorse umane. Sottolinea l’importanza delle misure di conciliazione.