Cerca: Intervento, Economia, Sviluppo e Competitività, Atti FORUM PA 2007

Risultati 31 - 40 di 183

Risultati

La valutazione come strumento per garantire un PA per lo sviluppo

Giuseppe Pennella, nelle sue conclusioni, sottolinea come i soggetti che hanno a cuore la crescita debbano misurare a valutare in maniera precisa basandosi su elementi certi e inconfutabili. C’è bisogno di terzietà e di indipendenza perché ordinare le informazioni significa eliminare i condizionamenti cresciuti nel tempo: quando il dato è certo e condiviso le scelte irragionevoli sono più difficili. Forse è anche giusto ridurre i costi della politica e dell’Amministrazione ma il vero punto è garantire la tenuta della PA per lo sviluppo.

Competitività e sostenibilità dei servizi pubblici locali: le azioni del FORMEZ

Tina Quarto illustra le attività egli obiettivi che il Formez intende raggiungere nel ruolo di supporto alle pubbliche amministrazioni del Mezzogiorno attraverso la regolazione del sistema dei servizi pubblici, in un’ottica di garanzia della qualità dei servizi erogati, di tutela dei cittadini utenti e di promozione dello sviluppo sostenibile del territorio. Leggi tutto

Il confronto dei modelli del mercato del lavoro tra le Province di Roma e Milano

Gianni Principe introduce la tavola rotonda e stimola i diversi Relatori a concentrare la discussione su tre aspetti. Il primo punto è il confronto dei modelli del mercato del lavoro tra le Province di Roma e Milano. Il “modello romano” si mostra più dinamico mentre quello milanese appare più equilibrato e meno soggetto alla contropartita del dinamismo: la precarietà. Il secondo aspetto riguarda le specificità delle due realtà in merito ai servizi per l’impiego.Leggi tutto

Le attività di AUDIS - Associazione aree dismesse

Marina Dragotto presenta AUDIS – Associazione aree dimesse. AUDIS mette insieme Comuni, proprietari di immobili, developer e centri di ricerca con l’obiettivo di tenere sotto osservazione il punto di vista dei privati e del pubblico sulle operazioni di trasformazione. In questa fase l’Associazione sta cercando di costruire una “carta delle qualità”della riqualificazione urbana con la convinzione che sia necessario fissare i criteri sulla qualità dell’intervento nelle aree urbane anche ai fini di una valutazione.Leggi tutto

Territori in movimento. Rapporto sui mercati locali del lavoro in Provincia di Milano

Marcello Correra presenta il rapporto sul mercato del lavoro in Provincia di Milano, giunto quest’anno alla sua sesta edizione. Attraverso un Osservatorio permanente e attraverso un’analisi qualitativa e quantitativa dei flussi di occupazione e disoccupazione, vengono rilevate le indicazioni necessarie all’individuazione di politiche adeguate da parte dell’amministrazione.Leggi tutto

Il Piano di riqualificazione del quartiere Palombare di Ancona

Vittorio Salmoni illustra i diversi momenti del Piano di riqualificazione del quartiere Palombare di Ancona. Dalla nascita negli anni 60 come zona artigianale e commerciale, alla seconda fase, a partire dal 1993, caratterizzata dalla nascita dell’associazione di un gruppo di imprese e di proprietari di immobili che rende necessario un accordo con l’Amministrazione Comunale per una operazione congiunta pubblico-privata.Leggi tutto

Il sistema dei Centri per l’impiego della Provincia di Roma

Per Gloria Malaspina, le politiche sul lavoro rientrano tra le funzioni di governance territoriale di un’area vasta: il ruolo delle Province in questo ambito, quindi, deve passare dalla semplice delega ad una vera e propria competenza territoriale trasferita. In questo quadro la Provincia di Roma ha potenziato il contatto e la presenza sul territorio attraverso il sistema dei Centri per l’impiego che sono passati dal 3,5% di utilizzo nel 2003 al 12,5% nel 2006.Leggi tutto

Il premio Pimby: le esperienze virtuose della cultura del fare

Chicco Testa, presentando l’Associazione Pimby, stigmatizza una visione particolaristica del vivere sociale, in nome della quale alcune comunità respingono ogni progetto infrastrutturale sul loro territorio, anche quando questo abbia un valore importantissimo per il Paese. I media potenziano tali atteggiamenti e danno, invece, scarsa visibilità a quelle amministrazioni che, ospitando infrastrutture, svolgono un servizio per loro stesse e la collettività, garantendosi spesso un ritorno economico.

Leggi tutto

Il bando del Premio Pimby

Donata Cappelli spiega il bando che disciplina le modalità di assegnazione del Premio Pimby. La finalità è quella di far emergere i casi virtuosi di quelle amministrazioni che sono riuscite, attraverso il dialogo con la cittadinanza, a realizzare infrastrutture sul proprio territorio. Il Premio è indirizzato ad un pluralità di soggetti: Enti Locali, società partecipate da enti pubblici, agenzie di sviluppo e Società di Trasformazione Urbana.Leggi tutto

L’esperienza del Comune di Roma nella gestione della sindrome Nimby

Giancarlo D’Alessandro spiega gli aspetti negativi della sindrome Nimby (not in my backyard) e della “cultura del no” presentando l’esperienza del Comune di Roma nella gestione di tali casi. Il premio Pimby è l’inizio di una battaglia culturale che ponga la nozione di “interesse generale” al di sopra del “particolare”. Fondamentale è l’informazione preventiva che spieghi alla popolazione l’importanza di una determinata infrastruttura.Leggi tutto