Cerca: Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2008

Risultati 61 - 70 di 154

Risultati

Il ritardo nelle infrastrutture: un problema di fiducia e partecipazione dei cittadini

Per Marco Baldi il grave ritardo nel processo di trasformazione del territorio ha la sua causa non tanto nella scarsità di risorse finanziarie, come si riteneva in passato, quanto nella perdita di fiducia, sedimentata nel Paese, nei confronti di coloro che le infrastrutture devono progettarle e realizzarle. Vi è quindi una scarsa “tensione collettiva” che dimostra come il Paese non sia sensibile a questo tema.Leggi tutto

Liberalizzazioni e vantaggi per il cittadino

Paolo Saba propone un excursus sul processo di liberalizzazioni in Italia, ponendo l’accento sul nuovo ruolo dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato e sulle indicazioni in materia dell’Unione Europea. Il nuovo approccio, orientato al beneficio finale per il cittadino, si rispecchia nei cambiamenti alla stessa struttura organizzativa dell’Autorità, anche se Saba rileva un approccio italiano sostanzialmente minimalista e insufficiente alla tematica delle liberalizzazioni.

Leggi tutto

Cooperare per competere, competere per cooperare

Il ruolo della Community per lo sviluppo del software libero nella Pubblica Amministrazione può sembrare in contraddizione con le regole del mercato e della competitività. Vedremo come in realtà la cooperazione può essere propedeutica alla competizione e viceversa come grazie alla competizione si possa garantire lo sviluppo cooperativo di soluzioni e servizi.Leggi tutto

Cooperazione territoriale: il Formez lancia Territori in rete per l’Europa

Alla fine del 2007 il Formez ha lanciato una manifestazione di interesse aperta a soggetti istituzionali, economici e sociali presenti sul territorio, in cui si chiedeva la disponibilità a partecipare ad una rete, sia raccontando la propria esperienza pregressa nella cooperazione territoriale europea, sia manifestando l’intenzione a partecipare a futuri progetti in questo campo. Oggi i numeri sono questi: 219 adesioni, 350 esperienze presentate di progetti nel campo della CTE, 200 “intenzioni” di impegno per il periodo 2007-2013.Leggi tutto

Bilancio e contabilità della Repubblica: strumenti inadatti o male utilizzati?

È necessaria la riforma del bilancio dello Stato? O non c’è piuttosto un cattivo uso degli strumenti già a disposizione, per cui c’è una falsa esigenza di modificare questi strumenti?

Leggi tutto

Meridione e cooperazione trnsfrontaliera: l’esperienza della Camera di Commercio di Brindisi

Il progetto Apostoles tra Grecia e Italia, avviato durante la fase finale del precedente periodo di programmazione europea nell’ambito Interreg, si posiziona in termini operativi all’inizio del processo di riforma dello strumento dei fondi strutturali e di revisione delle politiche di vicinato. L’orizzonte geografico, in vista della programmazione 2007-2013, si è strategicamente allargato ai Paesi della sponda africana del Mediterraneo e vede la presenza di ben 4 Stati non comunitari (Marocco, Tunisia, Egitto e Turchia).

Leggi tutto

Come creare una governance per l'innovazione

Il mondo è oggi una grande piattaforma interconnessa che mette in comunicazione sempre più persone e che offre opportunità simili a chiunque: non importa il luogo, la lingua, la razza o la religione. Ma è anche una rete dalle maglie molto larghe, un ambiente competitivo e rapido. Chi non si trova al posto giusto nel momento giusto, rischia di finire escluso dal progresso di crescita della ricchezza culturale ed economica.Leggi tutto

ECRN - European Chemical Region Network ed il progetto Interreg IIIC

Michael Hack presenta ECRN - European Chemical Region Network, la rete che raccoglie soggetti pubblici, in particolari regioni europee, che hanno un forte interesse nel settore chimico. Nel 2004 la Rete ha messo insieme gli stakeholders di 18 regioni ed ha dato vita al progetto Interreg IIIC.Leggi tutto

Come rendere compatibili innovazione e sostenibilità

Nel corso degli anni il settore farmaceutico italiano è stato testimone di una crescita notevole in termini di potenzialità e di investimenti fatti in ricerca e sviluppo. Per l’Italia l’industria farmaceutica rappresenta un importante asset per lo sviluppo e la crescita del paese e per l’economia stessa. Tra gli obiettivi principali vi è sicuramente quello di rendere sostenibile il sistema Sanitario Nazionale riducendo i costi e rendendo disponibili i farmaci innovativi.

Liberalizzazioni e semplificazioni, una risposta per migliorare la competitività di PA e imprese

Rappresentando un mercato che assorbe il 2% del PIL, Fabrizio Bianchi sottolinea il ruolo chiave dell’innovazione tecnologica per la crescita di competitività, trattandosi di un settore trasversale alla stessa PA. Chiede pertanto un investimento maggiore sul lato informatico e delle Telecomunicazioni da parte della PA, affermando sulla base dei dati che la domanda pubblica di informatica non è elemento trainante di innovazione. Una delle questioni aperte è il crescente ricorso a società in-house da parte della PA, elemento distorsivo del mercato IT.

Leggi tutto