Cerca: Intervento, Economia, Atti FORUM PA 2007

Risultati 191 - 200 di 263

Risultati

Il ruolo di ANAS nel quadro delle opere infrastrutturali

Pietro Ciucci ritiene che sia possibile dare un forte impulso al rilancio della rete infrastrutturale in un quadro di regole certe. In questo quadro, ANAS ha messo a punto sei nuove convenzioni uniche per progetti che prevedono forme di partenariato pubblico-privato ed il project finance come forma di finanziamento, per un investimento complessivo di circa 13 miliardi di euro. E’ necessario, tuttavia, definire un modus operandi sui principali motori di sviluppo sull’intero programma infrastrutturale.

Le reti infrastrutturali in Italia: carenze ritardi e costi del non fare

Umberto Mancini presenta il convegno sul tema delle reti infrastrutturali per lo sviluppo. Il Coordinatore del convegno invita i Relatori a mettere in luce gli aspetti che riguardano le carenze, i ritardi delle infrastrutture nel nostro Paese ed i costi del non fare. L’auspicio finale è che una vera e propria “rivoluzione culturale” riesca a decollare, e le Istituzioni e la politica passino dalle parole ai fatti.

Snellimenti procedurali ed allocazione delle risorse per le infrastrutture

Paolo Buzzetti dà atto al Ministro Di Pietro ed al Governo di essersi impegnati con forza nell’ambito della realizzazione di infrastrutture e di aver incrementato gli stanziamenti del 26% nell’ultima Finanziaria, rispetto al calo di risorse del 43% negli ultimi 3 anni. Le risorse ci sono, ma il loro utilizzo richiede snellimenti procedurali che potrebbero sbloccare l’attuale paralisi. Il Relatore, inoltre, sottolinea come le risorse andrebbero destinate ad opere medio-piccole, attualmente ferme: negli anni scorsi, infatti, vi è stata un’allocazione esagerata per le grandi opere.

Le cause dei ritardi nella realizzazione di infrastrutture in Italia

Giovanni Castellucci illustra su quali basi può ripartire il dialogo sulle regole tra il Governo ed Autostrade per l’Italia Spa. Il Relatore, inoltre, si sofferma sulle cause dei ritardi nella realizzazione delle opere nel nostro Paese, dovuti principalmente a opere compensative, vincoli ambientali, prescrizioni progettuali e norme contraddittorie che rendono la progettazione molto più complessa rispetto agli altri Paesi. Un ulteriore problema è quello economico, la mancanza di certezza nei contratti, infatti, scoraggia i privati nell’investire in opere infrastrutturali e a lungo termine.

“I sentieri della memoria”: sicurezza e fruibilità dei Beni Culturali. Un servizio per l’arte, un’opportunità per il turismo

Gallotti illustra il lavoro svolto per la realizzazione del progetto “I sentieri della memoria”. Il lavoro di schedatura, effettuato da 20 persone suddivise per area, ha permesso la raccolta di circa 1600 opere presenti nel territorio della regione Sardegna, che sono state inserite, successivamente, in una banca dati per la creazione di un sistema informatico geografico. La carta di accesso realizzata è accompagnata da una guida suddivisa in 3 sezioni, che fornisce al visitatore informazioni utili per una sua migliore fruizione.

Twinning: l’esperienza dell’Ungheria

Peter Heil illustra alcuni aspetti dell’esperienza del progetto di Twinning realizzato in Ungheria con il Ministero dell’Economia e delle Finanze ed alcune regioni italiane, sottolineando l’importanza ed il valore che tale strumento ha apportato allo sviluppo della Pubblica Amministrazione ungherese. L’Ungheria ha, infatti, utilizzato l’esperienza italiana in diversi settori, come quello dei fondi strutturali, acquisendo cognizioni anche in ambito di management e di tecnologie della informazione. Leggi tutto

Cosa può fare un Ente Locale in materia di digital divide

Alvergna sottolinea alcuni aspetti della realtà relativi alla copertura ADSL. La competizione imprenditoriale, ma anche artigianale o professionale, è fortemente messa a repentaglio dalla mancata copertura delle linee veloci e ciò sta provocando ondate migratorie verso territori già coperti. Compito dell’ente locale è quello di aumentare i propri servizi in modo da incentivare chi deve investire, ad interessarsi a quel territorio, determinando così il conseguente beneficio ai cittadini e professionisti che operano nella zona.

Leggi tutto

Biotech 2007

Luigi Frati fa il punto sulla situazione in cui versa il settore della ricerca in Italia indicando il problema dei finanziamenti tra i maggiori fattori negativi che concorrono a rendere ancor più difficoltosa la situazione. Il problema viene affrontato anche in relazione a ciò che accade negli altri paesi stranieri come USA e UE. Segnali positivi si avvertono dalla Regione Lazio.

Il Programma Operativo Nazionale "Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d'Italia"

Piro illustra le attività svolte dal PON Sicurezza, il programma con cui il Ministero dell’Interno gestisce, sul territorio, la pianificazione dei fondi strutturali, per creare condizioni di sicurezza nel sud Italia ed eliminare il gap esistente con il resto del Paese. La difesa del nostro patrimonio artistico e architettonico è uno degli obiettivi principali del PON Sicurezza, che si realizza soprattutto attraverso interventi di messa in sicurezza delle aree archeologiche, monitoraggio del patrimonio e mappatura del territorio.Leggi tutto

Finalità della misura 1.3 del PON Sicurezza

La Vacca spiega come è stata portata avanti la misura 3 dell’Asse 1 del PON Sicurezza che si indirizza, essenzialmente, allo sviluppo e adeguamento delle tecnologie del sistema informatico e di comunicazione per la sicurezza. In particolare, sono state svolte attività di intervento per la tutela delle risorse culturali, con la finalità di potenziare il sistema di controllo tecnologico del territorio per migliorare la protezione e la legalità nelle grandi aree archeologiche e museali.Leggi tutto