Cerca: Intervento, PA digitale, Efficienza, Atti FORUM PA 2009

Risultati 1 - 10 di 56

Risultati

Il portale del Ministero dell’Interno: una comunicazione istituzionale riuscita

La comunicazione istituzionale svolge un ruolo fondamentale per ricreare un rapporto fiduciario con il cittadino. Tuttavia, creare una comunicazione istituzionale non è cosa semplice. La comunicazione, infatti, non è la semplice trasmissione di contenuti, bensì la ricreazione di un sistema di valore che trova origine anche nell’intero lavoro operativo dell’amministrazione che la gestisce, la quale deve essere capace di creare e gestire dei contenuti che siano rappresentativi dell’istituzione ma che allo stesso tempo siano facilmente e immediatamente fruibili dal cittadino.Leggi tutto

Il sistema INA SAIA e la diffusione dei protocolli sperimentali

"Annapaola Porzio presenta il sistema INA SAIA, attivo dal 2000, per la raccolta dati in sede ministeriale e la successiva distribuzione alle amministrazioni territoriali aventi diritto. La base del sistema – rileva – è comunale, mentre un ruolo fondamentale di raccordo è da riconoscere alle Regioni. Per questo le iniziative e i protocolli sperimentali vanno diffusi e sostenuti. "

I Comuni e il progetto SAIA

Valentino Di Toma traccia una sintetica cronistoria del progetto SAIA. Al centro del progetto e della sua piena funzionalità sono i Comuni mentre particolarmente delicata rimane la questione dell’aggiornamento dei dati per i piccoli Comuni. Da un lato – sottolinea - è fondamentale percepire il valore che i Comuni mettono a disposizioni di enti centrali e intermedi, dall’altro è necessario che Regioni e Province attivino forme di collaborazione proprio a sostegno dei Comuni.

Dal servizio "on line" al servizio "in rete"

Accertato lo stato dell’arte,è possibile creare una inversione di tendenza e un’accelerazione dei tempi nella PA in tema di circolarità del dato? Per Gaudenzio Garavini è necessario ripensare il concetto stesso di servizio, da "on line" a “in rete”, utilizzando le infrastrutture e gli investimenti che pur non mancano ai livelli nazionale, regionale e territoriale.

Le opportunità del libro digitale

L’articolo 15 della legge 133 dell’agosto 2008 stabilisce che, dal 2011-2012, le scuole saranno obbligate ad adottare libri in formato digitale (interamente on line o in versione mista). Una misura che dovrebbe servire non solo per il contenimento della spesa, ma anche e soprattutto per introdurre strumenti in grado di trasformare la didattica e l’ambiente di apprendimento.

Leggi tutto

Il piano per l’editoria digitale: le azioni del Dipartimento per l'Innovazione e le Tecnologie

Incrementare l’efficacia e l’accessibilità dei sistemi di istruzione, semplificare le relazioni amministrative di famiglie e studenti con le istituzioni scolastiche, introdurre strumenti di cooperazione e monitoraggio per agevolare le politiche scolastiche, ottimizzare l’offerta formativa e contrastare il disagio giovanile.

Leggi tutto

Dematerializzazione: le azioni della Regione Liguria nella prospettiva interregionale

Per Lucia Pasetti la dematerializzazione è il cuore delle attività delle pubbliche amministrazioni che decidono di innovare e modernizzarsi. Come molte altre regioni anche la Liguria ha intrapreso questa strada operando per il funzionamento di una piattaforma archivistica centralizzata e di sistemi di produzione ed accesso documentale. A queste iniziative l'amministrazione conferisce particolare rilevanza strategica sia come azioni di contrasto alla crisi economica che come tasselli fondamentali che per la costruzione di uno Stato realmente federale e decentrato.

Dematerializzazione e posta elettronica certificata: l'interoperabilità dei protocolli informatici nella Rete Telematica della Regione Toscana

Laura Castellani presenta le iniziative, nell'ambito della Rete Telematica della Regione Toscana, relative alla dematerializzazione, soffermandosi in particolare sull'utilizzo della posta elettronica certificata (PEC). La dematerializzazione del sistema documentale, iniziata a fine anni novanta sotto l'impulso delle leggi Bassanini, ha comportato la profonda revisione, improntata alla semplificazione e trasparenza, dei processi interni della PA.Leggi tutto

Obiettivi e risultati della nuova procedura di ricorso on-line

Sono numerosi gli aspetti positivi della messa on line di servizi per la gestione dei contenziosi amministrativi: un'ottima infrastruttura del portale, una maggiore integrazione del portale con il sistema operativo interno e la possibilità di censire gli utenti. Chiodo ripercorre le modalità di compilazione dei moduli on line.

Il contenzioso amministrativo in materia tariffaria tra dematerializzazione del cartaceo ed interattività con il cliente esterno

L'utilizzo delle più moderne tecnologie ha reso possibile la realizzazione di procedure per la gestione dei contenziosi amministrativi molto più snelle e immediate rispetto al passato. Questo ha permesso di offrire al cliente un servizio più efficiente con un notevole risparmio di tempo e risorse impiegate. La Toriello analizza criticità ed aspetti positivi del passaggio dal cartaceo al digitale dei procedimenti di contenzioso dagli anni '90 ad oggi.